rotate-mobile
Venerdì, 27 Maggio 2022
Calcio

Il Foggia fallisce un rigore, il Pescara ringrazia e vince con Gravillon

Gravillon protagonista della partita: dopo il rigore provocato da un fallo di Machin che Mazzeo fallisce, il difensore segna il gol vittoria con un colpo di testa su assist di Memushaj

Seconda partita in casa per il Pescara e seconda vittoria. Dopo il Livorno cade anche il Foggia allo stadio Adriatico-Cornacchia e i biancazzurri di Pillon mantengono sia l'imbattibilità che la perfetta media inglese. 
Il Delfino resta anche nei piani alti della classifica per la gioia di società e tifosi.

Il Pescara di Bepi Pillon si presenta al fischio d'inizio con l'inedito tridente formato da Monachello, Mancuso e Capone con l'allenatore di Preganziol che preferisce adottare un piccolo turnover in vista del secondo impegno casalingo di martedì con il Crotone con l'esordio stagionale dal primo minuto di Kanoute.

Il primo tempo, anche complice il grande caldo ancora estivo, non offre grandi spunti e occasioni, né per i biancazzurri, che falliscono malamente un paio di contropiede, né per i satanelli. La frazione si chiude così sullo zero a zero e il Pescara conferma la sua allergia al gol nei primi 45 minuti.

A inizio ripresa però il Foggia sfiora il gol del vantaggio con Camporese che devia un potente tiro di Chiaretti di poco a lato. Al 10' è ancora Chiaretti a farsi pericoloso con un sinistro da fuori area.
Un minuto più tardi Pillon decide di provare la carta Antonucci al posto di Capone.

La risposta dei biancazzurri arriva al 65' con un sinistro di Monachello a giro che fa la barba al palo. Due minuti più tardi arriva la possibile svolta del match: Mazzeo lancia Galano che in area di rigore prende il tempo a Machin che lo stende. Calcio di rigore.
Dagli undici metri va Mazzeo che però colpisce la traversa e fallisce una ghiotta occasione.

Pochi minuti più tardi, Gravillon porta in vantaggio il Pescara con un colpo di testa in area piccola su cross di Memushaj.
Al 78' è Fiorillo a salvare su un'imperiosa incornata di Mazzeo deviata in calcio d'angolo con un prodigioso colpo di reni.

I rossoneri continuano a spingere alla ricerca del pareggio ma i biancazzurri riescono a respingere l'assalto dei ragazzi di Grassadonia. Nei minuti finali Pillon inserisce anche l'esperienza di Campagnaro per serrare ulteriormente le fila. Mentre nel Foggia entra Gori, un altro attaccante per i minuti finali di fuoco. 
Ma dopo 5 minuti di recupero il risultato non cambia.

Al triplice fischio può esplodere la gioia dei supporter biancazzurri per un'importante vittoria contro una delle rivali storiche. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Foggia fallisce un rigore, il Pescara ringrazia e vince con Gravillon

IlPescara è in caricamento