rotate-mobile
Sabato, 29 Gennaio 2022
Calcio Stadio

Pescara-Empoli 1-2 | Sarà un Capodanno amaro per il Delfino

Il Pescara saluta il 2013 con una sconfitta. Biancazzurri in svantaggio dopo un rigore trasformato da Tavano; Ragusa agguanta il pareggio ma l'Empoli, in inferiorità numerica, trova la zampata vincente con Pucciarelli

Era il big match della giornata, e quanto visto in campo non ha tradito le aspettative: Pescara-Empoli si conclude (purtroppo) 1-2 per i ragazzi dell’ex tecnico Sarri, che in virtù di questo risultato restano saldamente in seconda posizione. Al loro posto, se avessero perso, ci sarebbe stato proprio il Delfino.

IL MATCH – Prima occasione per il Pescara al 10’: Maniero riceve un cross dalla destra e va al tentativo prima di testa e poi di piede, sfiorando il palo alla destra di Bassi. Al 19’ Gavillucci ammonisce Balzano per un fallo (stupido) su Pucciarelli e assegna un penalty all’Empoli. A questo punto scatta la beffa per il Delfino: Belardi, infatti, intuisce la direzione e para il rigore, ma il suo sforzo è vano perché Tavano riesce a ribattere siglando l’1-0.

La reazione degli abruzzesi arriva al 25’ con un tiro di Brugman dal limite che si spegne alla sinistra del portiere ospite. Tre minuti più tardi, su corner di Valdifiori, gli avversari vanno vicini al raddoppio grazie a un colpo di testa di Rugani da distanza ravvicinata: Belardi fa il gatto e salva miracolosamente sulla porta. Al 26’ Tonelli atterra Ragusa e si becca il cartellino giallo: è punizione, battuta subito da Politano. Nulla di fatto dai successivi sviluppi. Si va al riposo con la squadra di casa in svantaggio.

SECONDO TEMPO – La ripresa si apre con l’espulsione di Tonelli al 49’ per doppia ammonizione: toscani in dieci uomini, il Pescara ci può credere. Al 51’ Ragusa si invola sulla fascia sinistra e cerca di beffare Bassi, che però respinge in angolo. Va decisamente meglio sessanta secondi dopo, quando Maniero innesca l’azione che vale il pareggio biancazzurro: a metterla dentro è proprio Ragusa, al suo secondo goal consecutivo dopo la zampata vincente di Modena. 

VINCONO LORO – Al 72’ l’Empoli, nonostante l’inferiorità numerica, torna in vantaggio: ripartenza di Croce sulla destra, palla messa in mezzo, la retroguardia del Pescara si fa trovare impreparata e Pucciarelli non deve fare altro che spingere la sfera alle spalle di Belardi. Marino prova a buttare nella mischia Cutolo (punizione alta sopra la traversa al 90’) e Rizzo, ma la situazione non cambia: al triplice fischio finale, il Delfino incassa una brutta sconfitta e saluta il 2013 nel peggiore dei modi. Per Politano e soci sarà sicuramente un Capodanno amaro. 

PESCARA (3-4-3): Belardi; Zauri, Bocchetti, Capuano; Balzano, Zuparic, Brugman, Rossi; Politano, Maniero, Ragusa. All: Marino.
EMPOLI (4-3-1-2): Bassi; Barba, Tonelli, Rugani, Hysaj; Signorelli, Valdifiori, Croce, Pucciarelli; Maccarone, Tavano. All: Sarri.
RETI: Tavano 19’, Ragusa 52’, Pucciarelli 72’  
ESPULSI: Tonelli al 49’
ARBITRO: Gavillucci di Latina

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pescara-Empoli 1-2 | Sarà un Capodanno amaro per il Delfino

IlPescara è in caricamento