rotate-mobile
Calcio

Pescara-Cittadella, ecco le pagelle dei biancazzurri

La battuta d'arresta destabilizza e riporta i biancazzurri a una dimensione più terrena: finita l'onnipotenza, c'è subito l'occasione del riscatto

FIORILLO: Impegnato in un paio di circostanza, dimostra di essere sempre reattivo e essenziale. Quando è il portiere a prendere il voto più alto, significa che qualcosa è andato storto. VOTO: 6,5

BALZANO: Corre a perdifiato. Tanta fatica sprecata. Le sue incursioni non influiscono sulla manovra d'attacco e nelle retrovie non è tempestivo nei disimpegni e nelle marcature. VOTO: 5,5

GRAVILLON: Sa districarsi abbastanza bene, anticipando gli attaccanti veneti. Va in sofferenza quando l'azione diventa corale. D'altronde, non può stare dappertutto. VOTO: 6

PERROTTA: Il sostituto naturale di Campagnaro ha offerto una prestazione individuale discreta, ma non brillante in determinate circostanza. Sul gol preso era fuori posizione. VOTO: 5,5

DEL GROSSO: Trova sulla sua zona una brutta gatta da pelare. Giusta cattiveria agonistica, senza mai cadere nel nervosismo. Si salva dalla debacle generale. VOTO: 6

ANTONUCCI (dall'84'): Ingresso tardivo e per nulla risolutore. Nella foga e nella fretta finisce per essere risucchiato nel vortice dell'impulsività. Inconcludente. VOTO: 5

MEMUSHAJ: Molti gli hanno attribuito colpe non sue nella ripartenza che ha portato al gol il Cittadella. La sua responsabilità sta invece nell'aver concesso troppo spazio a metà campo. VOTO: 5

BRUGMAN: Non era in giornata. Forse risente anche della stanchezza accumulata in questa prima fase di campionato. La squadra non può e non deve dipendere esclusivamente da lui. VOTO: 5,5

MACHIN: Molto al di sotto del suo reale potenziale. Quasi avulso e smarrito per buoni tratti della contesa, sbaglia anche le giocate più semplici. VOTO: 5

MARRAS: Non è un fulmine di guerra e questa sua prestazione lo ridimensiona nella cerchia dei buoni giocatori che non sono certamente dei fenomeni. VOTO: 5,5

PALAZZI (dal 65'): Mossa tattica indecifrabile. Non fa affatto la differenza e non aumenta la mole di gioco dei biancazzurri. Un giocatore che fa fatica a ritrovarsi. VOTO: 5

MONACHELLO: E' uno dei pochi che non tira mai la gamba indietro. La mette sul piano della forza fisica, ma essendo lasciato solo finisce inevitabilmente per perdere il duello. VOTO: 6

COCCO (dall'82'): Gettato nella mischia a dieci minuti dalla fine, con la gara che ormai aveva preso la sua piega ed appariva compromessa. Non gli arriva un pallone giocabile. VOTO: 5,5

MANCUSO: Giusto un paio di spunti. Ha avuto la palla gol nel finale ma in linea generale è alla stregua dei suoi compagni, tutti poco lucidi e poco tempestivi. VOTO: 6

PILLON: Dichiara apertamente di aver commesso qualche ingenuità di valutazione e riconosce i meriti dell'avversario. Ha perso solo una battaglia, ma al momento sta vincendo la guerra. VOTO: 6

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pescara-Cittadella, ecco le pagelle dei biancazzurri

IlPescara è in caricamento