rotate-mobile
Mercoledì, 29 Giugno 2022
Calcio

Il Pescara verso la cessione, Sebastiani accelera: "Sto vendendo il club"

Il presidente ai microfoni di Ciro Venerato alla Tgr conferma la presenza di due gruppi in corsa per prendere la maggioranza delle quote: “Credo e spero di poterla chiudere per il mese di giugno, prima che si cominci a pianificare il futuro. Ma il Pescara non correrebbe nessun rischio qualora si dovessero allungare i tempi”

L’era Sebastiani potrebbe è finita a Salò? Possibile. Il presidente Daniele Sebastiani ha parlato di cessione del club in corso in questi giorni: “Chiudo al cento per cento”, è il succo del pensiero del numero uno attuale del Pescara, proprietario del 72% del pacchetto azionario del club, ormai deciso a passare la mano dopo un decennio.

“Credo e spero di poterla chiudere per il mese di giugno, prima che si cominci a pianificare il futuro. Ma il Pescara non correrebbe nessun rischio qualora si dovessero allungare i tempi. La squadra si iscriverà regolarmente al prossimo campionato”, ha detto ancora il presidente. Viste le tempistiche di queste operazioni lunghe e complesse, non è escluso che sia ancora Sebastiani a dover espletare tutte le operazioni burocratiche per la chiusura della stagione 2021/2022 e l’apertura di quella successiva, dal 1° luglio in poi. Comprese le decisioni a livello tecnico, che potrebbero spettare a lui in attesa dell’ingresso ufficiale di un nuovo socio di maggioranza.

Due cordate adesso sono vicine alla fumata bianca con Sebastiani: una è italiana, l’altra straniera. Ci sono dentro industriali che stanno investendo proprio in Abruzzo. Ieri mattina l’ultimo colloquio. E poi c’è il gruppo americano con base a Miami che aveva inviato in città l’intermediario Ian George (broker inglese con sede a Londra, già impegnato nella gestione di alcuni club brittanici) qualche settimana fa, ancora in pole per chiudere prima di tutti l’affare e sbarcare in riva all’Adriatico. “C’è la mia volontà di cedere, il primo gruppo che sottoscriverà l’accordo che ho proposto ad entrambe le cordate, diventerà certamente il nuovo proprietario del Pescara”, ha detto ancora il presidente ai microfoni di Ciro Venerato alla Tgr abruzzese.

Quanto vale oggi il Pescara? “Di norma, per fare la valutazione di un club bisogna indicare il patrimonio netto, ovvero risultato del patrimonio attivo meno la parte debitoria. Questa differenza indica il valore. Ma se io mi affidassi solo a questo calcolo, dovrei chiedere una cifra troppo alta ai futuri acquirenti. L’aspetto economico, però, non sarà determinante nel buon esito dell’operazione e non sarà certo un ostacolo per la cessione”, ha aggiunto il presidente parlando con Venerato.


Sebastiani non uscirà definitivamente di scena nelle prossime settimane, ma affiancherà i nuovi azionisti per una fase di transizione: “Chi dovesse subentrare vuole, anche solo come garanzia, che io resti per un periodo. Sarà anche una minoranza, quella che strilla contro di me. Ma io mi sono scocciato di subire questa situazione. Giusto che mi sposti e che mi faccia da parte e che il Pescara continui a fare la sua storia in mano ad altri imprenditori e che venga gestito da persone serie, che possano garantire un futuro tranquillo al club. Questa per me è la cosa più importante”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Pescara verso la cessione, Sebastiani accelera: "Sto vendendo il club"

IlPescara è in caricamento