rotate-mobile
Venerdì, 22 Settembre 2023
Calcio

Pescara verso la cessione del club: ieri gli acquirenti all'Adriatico

Ian George, uomo d'affari inglese rappresentante del gruppo statunitense intessato al club, avvistato in tribuna Majella con il presidente Sebastiani. "Trattativa calda, spero di chiudere a breve"

Un uomo d'affari inglese, Ian George, in abito scuro e occhiali scuri, in tribuna ieri all'Adriatico. Non era un tecnico, non stava osservando i giocatori o l'andamento della partita. Stava, in realtà, scoprendo l'ambiente calcistico pescarese a 360°. 

Il motivo? Sarebbe lui l'uomo che media tra il pool americano interessato all'acquisto delle quote del Pescara e il presidente Sebastiani. La voce si è diffusa subito dopo il match ed è scattata la caccia a questo businessman straniero presente allo stadio. Solo qualcuno è riuscito a stringergli la mano e salutarlo, in inglese, ma senza strappare dichiarazioni ufficiali.

Daniele Sebastiani, però, uscendo dallo stadio ha confermato che George era il rappresentante degli acquirenti. "Sto trattando con imprenditori americani interessati al calcio e al nostro club. Quando metteremo tutto nero su bianco, li conoscerete. Ma il Pescara non verrà acquistato da un fondo. Per la conclusione dell'operazione credo che servirà almeno un altro mese di tempo", ha detto ai cronisti.

Ian George e altri uomini del suo entourage sono stati a Pescara per alcuni giorni la scorsa settimana, chiudendo la visita con il match contro il Gubbio. Hanno visto il Poggio degli ulivi, l'Ekk Hotel, il Convitto, il campo di Silvi Marina e studiato i primi documenti per chiudere la trattativa in tempi brevi.

"Ci sono alcune trattative aperte, ma questa con gli americani è la più calda, spero di chiuderla a breve", la chiosa di Sebastiani.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pescara verso la cessione del club: ieri gli acquirenti all'Adriatico

IlPescara è in caricamento