rotate-mobile
Calcio

L'ex Pescara Andrea Gessa a capo del settore giovanile del Penne

Grande novità nella società biancorossa con l'ex calciatore e team manager biancazzurro a capo dello staff del vivaio vestino: "Torniamo a valori di un tempo. Sacrificio, lavoro, comunicazione e concetto di team saranno la basi del nostro lavoro"

Andrea Gessa sarà il nuovo coordinatore tecnico del settore giovanile del Penne. Ex calciatore professionista con le maglie di Pescara, Cesena e Frosinone tra le altre, Gessa aveva già rivestito il ruolo di team manager nel Pescara Calcio. Il suo ruolo, estremamente importante, va così a completare il mosaico del rinnovato e prestigioso team del settore giovanile che intende costruire uno dei migliori vivai del calcio abruzzese e non solo. 
La presentazione ufficiale di Gessa, alla presenza del Presidente Andrea Marrone, di Luigi Cretarola (Dirigente Responsabile del Settore Giovanile e Scuola Calcio), Luca Pilone (Coordinatore Tecnico Settore di Base) e di Peppino Cantagallo ed Antonio Napoletano che fungeranno da coordinatori organizzativi. Queste le prime parole di Gessa: "Ringrazio tutta la società, in particolare il Presidente Marrone per l'opportunità. Ricomincio da capo. Questa è evidentemente la mia storia ed il mio destino. Da calciatore sono partito dai dilettanti, e solo a 24 anni ho fatto il mio primo contratto da professionista, solo dopo aver vinto il campionato in Eccellenza prima, in Interregionale poi. Questo è un pezzo della mia storia professionale che in pochi conoscono. Spero che questa altra esperienza possa avere ancora più successo, sarà un ruolo tecnico, voglio tornare sul campo, ho tante idee da riordinare e tanta voglia di applicarle. Lavoreremo sui tecnici del settore giovanile e sui profili più interessanti, cercando di valorizzarli. Come? Aumentando il profilo professionale dell'allenamento ed allungando le ore su campo, tornando al sano "mamma, faccio tardi: sono al campo". Non possiamo pensare di far migliorare i ragazzi con un'ora e poco più di campo per soli due, tre giorni a settimana, oppure non portare i ragazzi al campo perchè piove. Mi piace pensare di poter fare un salto in avanti facendo un passo indietro, ritornando ai valori che ci hanno fatto crescere e realizzare i nostri sogni. Sacrificio, lavoro, comunicazione e concetto di team. In questo momento seminiamo. Faremo un buon lavoro e con il tempo sono sicuro che arriveranno i risultati di questa semina".
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'ex Pescara Andrea Gessa a capo del settore giovanile del Penne

IlPescara è in caricamento