rotate-mobile
Domenica, 14 Agosto 2022
Calcio

Calciomercato Pescara, la strategia del ds Delli Carri

La società lavora per cercare il più possibile di patrimonializzare calciatori e creare un blocco di giocatori di proprietà per aprire un ciclo. Sono già sette i volti nuovi arrivati a titolo definitivo

Il Pescara sul mercato con una strategia precisa e le idee molto chiare: nessuna fretta di vedere la rosa completa a livello numerico fin da ora, evitare di sbagliare, prendere i giocatori giusti al momento giusto, soprattutto prendere quelli più funzionali al gioco e alle idee di Colombo, ma anche al progetto non a corto raggio del club. L’idea è quella di voltare pagina rispetto al recente passato, costruendo gradualmente una rosa di giocatori di proprietà.

La parola chiave è: patrimonializzare. Ergo: il Pescara sta cercando di portare a casa giocatori che possano aprire un ciclo e restare in riva all’Adriatico per più di una stagione. Delli Carri intende costruire un blocco di elementi di proprietà per avere, in futuro, la squadra già pronta e non dover ricominciare da zero ogni estate. Come invece sta accadendo adesso, visto che la rosa della passata stagione era stata impostata quasi esclusivamente su giocatori in prestito.

Quanti sono oggi i nuovi calciatori entrati nella scuderia del Pescara a titolo definitivo? Sette, finora. Il portiere Sommariva e il centrocampista Lombardi, dal Monza, il terzino sinistro Milani, 2001, l’altro terzino De Marino (prestito con riscatto), l’attaccante Cuppone (ha firmato addirittura un quadriennale), l’altra punta Lescano e il giovane Germinario, 2002, arrivato dai dilettanti. Il prossimo sarà il difensore Pellacani, sui Delli Carri sta lavorando da dieci giorni.

Non male, considerando che sono in organico anche alcuni ragazzi cresciuti nel vivaio e legati al club per le prossime stagioni, come Delle Monache, Veroli, Chiarella, Borrelli, Belloni e Blanuta. I prestiti secchi già definiti sono solamente due: Saccani e Gyabuaa. Il prossimo sarà sicuramente l’altro mediano dell’Atalanta, Kraja. In totale, da regolamento, è possibile acquisire a titolo temporaneo solamente otto calciatori. Delli Carri ha quindi ancora un ampio margine di manovra con cui operare sul mercato per completare l’organico nelle prossime settimane, anche accettando – dove non fosse possibile patrimonializzare – ulteriori prestiti secchi dai club di categoria superiore.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calciomercato Pescara, la strategia del ds Delli Carri

IlPescara è in caricamento