Calcio

Il Pescara punta sui gol del "Loco" Franco Ferrari per il riscatto

L'attaccante italoargentino già nel cuore dei tifosi (ieri all'inaugurazione della sede del club Quelli del Delfino) ora punta ad una maglia da titolare lunedì a Chiavari contro l'Entella: "Sono a disposizione, segnare sotto la nord una gioia indescrivibile"

I tifosi già lo adorano. E non solo perché ha segnato 2 gol giocando solo 146' (uno ogni 73’). Franco Ferrari, "el Loco", è il bomber con cui il Pescara spera di riemergere dalla crisi di risultati dell'ultimo periodo: due pareggi e la prima sconfitta stagionale.

Ieri pomeriggio l'italoargentino è stato, assieme a Luca Clemenza, l'ospite d'onore all'inaugurazione della nuova sede del club dei tifosi "Quelli del Delfino". Tutti vogliono vederlo con una maglia da titolare. E forse gli toccherà lunedì prossimo nel posticipo dell’ottava giornata a Chiavari contro la Virtus Entella: “E’ il mister che decide, io accetto - dice il 26enne di Rosario con diplomazia - . Sono pronto a giocare dall’inizio o a entrare. Sto bene, sono ad un livello fisico che mi mancava da qualche anno, spero di continuare così. I due gol segnati giocando pochi minuti sono un bel segnale per me, che stavo cercando la condizione e ho voglia di migliorare a crescere ancora. I torti arbitrali ci hanno penalizzato nelle ultime partite, ma non cerco alibi. E’ stata dura perdere contro la Reggiana nonostante la bella partita giocata dalla squadra. Il mio primo gol sotto la nord contro la Reggiana? “Bella emozione. I colori biancazzurri, il boato dei tifosi: l’Adriatico è uno stadio fantastico”.

Ferrari era partito dall'Argentina senza certezze ma con tanti sogni: “Sono partito a occhi chiusi con mio fratello. In Argentina ero un ragazzo come tanti, non pensavo di poter vivere giocando a calcio, lavoravo nel negozio della mia famiglia e la cosa non mi dispiaceva. Ma ci ho provato convinto che avrei potuto fare qualcosa d’importante qui in Italia, e per fortuna ci sto riuscendo”.

Il Pescara non vince a Chiavari contro l’Entella da quasi sette anni: l’ultima volta a febbraio del 2015, la squadra allora guidata da Oddo ne segnò cinque ai liguri, con una tripletta da ex di Marco Sansovini e le reti di Bjarnason e Melchiorri. “Credo proprio che sia arrivato il momento di tornare a vincere lì. Siamo carichi al massimo per una partita che adesso è davvero importante”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Pescara punta sui gol del "Loco" Franco Ferrari per il riscatto

IlPescara è in caricamento