menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pescara Calcio, Edmondo: “Tutti i soci devono rispettare gli accordi”

Il Presidente Edmondo della Edmondo Costruzioni spiega la propria posizione in merito alla presenza nella società Delfino Pescara Calcio. "Nessuna fuga, ma tutti i soci devono rispettare gli accordi"

La Caldora lascia, Antonio Edmondo resta nella Pescara Calcio. Il Presidente del Gruppo di Costruzione ha deciso di mettere fine alle infinite voci circolate in questi ultimi giorni.

"Nella compagine societaria del Pescara - ha riferito Antonio Edmondo - sono presenti imprenditori con i quali il nostro gruppo intrattiene da anni ottimi rapporti umani e professionali.
La Edmondo costruzioni, sin dall'inizio di questa esaltante avventura, insieme al dottor Giuseppe De Cecco, ha dato vita a questa cordata e salvato il Pescara dal fallimento".

Il problema che ha infastidito, e non poco, il Gruppo Edmondo è quello relativo al mancato versamento, da parte di alcuni soci, delle quote patrimoniali destinate alla ricapitalizzazione.

"Nel corso della stagione calcistica appena trascorsa - ha precisato Antonio Edmondo - il gruppo che mi onoro di guidare, a più riprese, ha chiesto alla dirigenza del club calcistico, diverse volte e sempre per iscritto, se avesse versato le quote patrimoniali destinate alla ricapitalizzazione.
Lo scorso 25 giugno il CdA, alla presenza del collegio sindacale, ha comunicato che alcuni soci, circa 4/5 quotisti, risultavano morosi rispetto alle quote sottoscritte e richiamate."

"Il Gruppo Edmondo, preso atto delle morosità, ha diffidato il consiglio di amministrazione a prendere opportuni provvedimenti, tra cui anche il riallineamento delle garanzie fideiussorie facenti capo a ciascun quotista.
La situazione di morosità di alcuni soci, assolutamente rilevante sul piano finanziario, ha determinato di fatto che chi ha il controllo quote del 10 % (dieci) circa, come nel nostro caso, garantisce per quote di molto superiori".

Il Gruppo Edmondo ha voluto anche ribadire che la loro presa di posizione va inquadrata come uno stimolo a far funzionare meglio la macchina operativa del sodalizio biancazzurro e a mantenere equilibrati i rapporti di forza.
"Nel caso in cui il Gruppo Edmondo dovesse decidere di mollare del tutto il progetto Pescara Calcio, lo farebbe senza mezze misure: senza quote di partecipazione né dirette né indirette."

Il presidente della Edmondo Costruzioni ha voluto anche chiarire l'assenza di rappresentati del Gruppo nell'ultima assemblea dei soci:

"Non c'è nessun mistero. Per garantire l'iscrizione al Campionato, cosa tra l'altro egregiamente fatta, era irrilevante la presenza del Gruppo".

Assetti societari e strategie per il campionato di B dovranno comunque essere definiti prima possibile. Si dovrà fare chiarezza su come e in che modo muterà l'organigramma societario. Possibile l'ingresso di nuovi soci ( Pagliarone, Fedele) per dare sostanza al gruppo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento