Lunedì, 15 Luglio 2024
Calcio

Pescara-Benevento, ecco le pagelle dei biancazzurri

Una grandissima prova di forza, carattere e personalità. Massima concentrazione per tutti i 95 minuti di partita, senza sbavature e distrazioni. Machin superlativo. Ecco i voti di Bruno Barteloni sulla squadra che da ieri è capolista nel campionato di Serie B

FIORILLO: Esce dal campo con la maglia ancora immacolata. Non un tuffo, non una parata. Soltanto qualche uscita tempestiva a pugni chiusi. Incolpevole sulla punizione di Viola. VOTO: 6,5

BALZANO: Il pendolino inarrestabile e sicuro di sé ha sfoderato una prestazione degna di lui. Un giocatore totalmente ritrovato che assicura spinta e protezione al tempo stesso. VOTO: 7

GRAVILLON: Una muraglia umana invalicabile. Le prende tutte e sbroglia l'area con disinvoltura e buona tecnica di base. Gioca con una naturalezza sorprendente. Un difensore completo. VOTO: 7,5

CAMPAGNARO: L'eterno ragazzo è letteralmente sontuoso. E' l'anima di questa squadra votata al sacrificio. Sfiora anche il gol e viene penalizzato dall'arbitro per quell'entrata apparsa regolare. VOTO: 7,5

DEL GROSSO: Padrone incontrastato sulla sua corsia, soffre un tantino nel finale la rapidità e la freschezza di Insigne. Fa valere la sua esperienza. Ne sa qualcosa Ricci, fatto fuori a spallate. VOTO: 7,5

BRUGMAN: Sprecato per la serie B. Nel corso della gara ha sbagliato soltanto tre appoggi, tutti prontamente recuperati nei contrasti. Utilissimo come collante tra i reparti, corre a tutto "Gas". VOTO: 7,5

MEMUSHAJ: L'ex di turno entra in partita col piglio giusto, crescendo in autorevolezza col passare dei minuti. Gioca una partita ordinata imbrigliando la costruzione della manovra avversaria. VOTO: 7

MACHIN: Estetica e concretezza. Dominatore assoluto della partita. Ha spunti da autentico fuoriclasse. Il gol è il giusto compenso per una prova semplicemente mostruosa. VOTO: 8

MARRAS: Punge e fa male. Di Chiara torna in terra sannita con una forte emicrania. Dai suoi piedi partono palloni invitanti. Unica pecca lieve che non riesce ancora a trovare la via del gol. VOTO: 7

KANOUTE' (dall'82'): Giusto dieci minuti per strozzare il vano tentativo dei giallorossi di provare l'assalto disperato. Trova anche il tempo per lanciare un pericoloso contropiede. VOTO: 6,5

MONACHELLO: In due occasioni è stato un pochino egoista, ma ciò non toglie nulla ai meriti di un attaccante di peso che si porta dietro almeno due marcatori. VOTO: 6,5

PERROTTA (dal 74'): Chiamato in trincea per evitare il ripetersi della beffa di Padova. Vince la sua personale battaglia senza risparmiarsi e tirando la testa fuori dal guscio. VOTO: 7

MANCUSO: Dove lo metti, sta. Anche da esterno riesce a bucare la rete. Testa, piedi, cuore e gambe. Un mix di agilità, rapidità di esecuzione, intelligenza e caparbietà. Fenomenale. VOTO: 7,5

COCCO (dal 93'): Fa presenza e non ha nemmeno il tempo di timbrare il cartellino. Non va accantonato, ma preso nella giusta considerazione. Tornerà utile in caso di necessità. S.V.

PILLON: Amatissimo dal pubblico e dai suoi giocatori. In questo capolavoro di astuzia tattica, la sua è una firma d'autore. Grande tecnico, grandissimo uomo. Dentro e fuori dal campo. VOTO: 8,5 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pescara-Benevento, ecco le pagelle dei biancazzurri
IlPescara è in caricamento