rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Calcio Stadio

Pescara-Bari 0-1 | Il Delfino cola a picco

All'Adriatico va in scena una gara sconvolgente. I galletti battono agevolmente i biancazzurri, che non riescono a ribaltare il risultato riportando la seconda sconfitta consecutiva

Se non è crisi, poco ci manca. Dopo la debacle di Varese, il Pescara perde anche in casa contro il Bari e si avvia a una lunga quanto necessaria riflessione, dal momento che la squadra sta subendo una netta involuzione rispetto a quanto fatto vedere sia nel pre campionato sia nelle prime gare del torneo cadetto.

GLI EPISODI CLOU - Al 7' Maniero viene atterrato in area dal portiere Guarna: per l'arbitro è solo calcio d'angolo, mentre i biancazzurri chiedono con veemenza il rigore e l'eventuale espulsione dell'estremo difensore barese. Passano sei minuti e arriva il vantaggio degli ospiti: Galano, dai 25 metri, lascia partire un tiro secco che non lascia scampo a Pelizzoli. Al 28' Pelizzoli ci mette una pezza su Beltrame da brevissima distanza.

Nella ripresa c'è un'occasionissima sprecata da Vukusic: è il 10', infatti, quando il Delfino va in contropiede con Politano che dalla sinistra sventaglia al centro per il neoentrato attaccante croato, che stoppa male di faccia il pallone. Al 40' il Bari rischia anche di raddoppiare: Cosic perde la sfera da ultimo uomo a centrocampo, si fa avanti l'ex di turno, Andrea De Falco, ma il risultato è un nulla di fatto. Finisce 0-1 per i galletti.

DELFINO, NON CI SIAMO - Pescara confusionario dal punto di vista tattico e in grave ritardo fisico, tanto che non è sembrato in grado di tenere il passo agli avversari. Fischi da parte del pubblico, impietosi ma assolutamente giustificati. L'unica consolazione è che per avere l'opportunità di rialzare la testa non bisognerà aspettare altri sette giorni: martedì sera, infatti, si torna già in campo, ancora all'Adriatico contro l'Avellino.

NOVANTUNESIMO - Nel dopo partita, il presidente Daniele Sebastiani ha dichiarato: "I ragazzi devono capire che la Serie B è tosta, e se non si gioca si fa fatica. E' una questione di testa e di volontà. In questo momento non ce ne va bene una: ci sono tanti infortuni e tanti ragazzi che non stanno benissimo. Non si deve, però, parlare di involuzione, ma solo di una mancanza di cattiveria".

PESCARA: Pelizzoli, Balzano, Schiavi, Capuano (25' st Cosic), Rossi, Nielsen, Viviani (24' st Piscitella), Ragusa, Cutolo, Maniero (6' st Vukusic), Politano. In panchina: Pigliacelli, Frascatore, Bocchetti, Fornito, Kabashi, Zuparic. All. Marino

BARI: Guarna, Sabelli, Ceppitelli, Polenta, Calderoni, Sciaudone, De Falco, Defendi, Galano (25' st Romizi), Beltrame (13' st Pereira), Fedato (8' st Matias). In panchina: Pena, Chiosa, Marotta, Lugo Martinez Richard, Vosnakidis, Fossati. All. Alberti

AMMONITI: Schiavi, De Falco, Sabelli, Guarna, Ragusa

ARBITRO: Emilio Ostinelli di Como. Assistenti: Di Iorio di Verbania e Carbone di Napoli. IV Uomo: La Penna di Roma 1

RETI: 13' Galano

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pescara-Bari 0-1 | Il Delfino cola a picco

IlPescara è in caricamento