Calcio

Pescara-Atalanta 0-0| l'Atalanta domina, il Pescara latita

Termina in parità la sfida salvezza con l'Atalanta. Gli ospiti giocano bene e nel primo tempo sfiorano il vataggio in più occasioni. Nella ripresa, con l'uomo in più per il rosso a Peluso, il Pescara non riesce a pungere

Non va oltre il pari, il primo di questa stagione all'Adriatico, il Pescara di Stroppa nello scontro salvezza con l'Atalanta.  Amaro in bocca in casa Delfino per non aver sfruttato la superiorità numerica dal secondo minuto della ripresa, per l'espulsione di Peluso, ma soprattutto per un primo tempo incolore, privo di mordente e di qualsiasi idea da parte dei padroni di casa. A far discutere anche la scelta di Stroppa di lasciare in panchina capitan Cascione preferendogli il "vichingo" Bjarnason. Nel secondo tempo grazie anche agli innesti di Abbruscato e Caprari qualcosa di meglio è stato fatto, ma troppo poco per poter meritare la serie A. A fine gara, nei pressi della sala stampa, i tifosi biancazzurri hanno contestato squadra e allenatore per un gioco che fatica a decollare. A colloquio con i tifosi il presidente Sebastiani e il ds Delli Carri.

IL MATCH Primo tempo di marca atalantina con i padroni di casa che mai riescono a costruire azioni pericolose. Manovra confusionaria e affidata esclusivamente ai guizzi, pochi e mal eseguiti, di Weiss e Quintero.

Al 7' è Schelotto col sinistro a chiamare Perin al primo intervento di giornata. Il secondo acuto dei bergamaschi arriva al 12' con Moralez che col destro fra il palo alla destra di Perin. Passa un minuto e l'Atalanta va ancora vicino alla rete: su cross dalla destra di Raimondi Bonaventura sfiora il palo a Perin battuto.

Al 30' l'azione più bella della prima frazione di gioco: Bonaventura lascia partire un destro a giro meraviglioso, ma Mattia Perin si supera deviando in corner il tiro del numero 10 nerazzurro destinato all'incrocio.

Sul finale altre due palle gol per l'Atalanta.

Al 41' Bonaventura, servito in verticale da Cigarini, salta Perin ma il suo destro viene provvidenzialmente deviato da Zanon. Nell'unico minuto di recupero Schelotto, imbeccato ancora da un ispirato Cigarini, alza il destro sopra la traversa della porta difesa da Perin. Ad inizio secondo tempo dopo due minuti di gioco Peluso entra da tergo su Quintero e va anzitempo negli spogliatoi per doppia ammonizione.

Al 53' occasione per il Pescara costruita sull'asse Quintero-Weiss. Sul cross dello slovacco Abbruscato viene anticipato ad un soffio dalla rete da Manfredini.  Al 66' l'Atalanta va vicina al vantaggio con Brivio che con un potente sinistro in diagonale, scagliato dai venti metri, colpisce il legno alla sinistra di Perin. Percicolosa punizione di Quintero al centro dell'area atalantina, ma la sfera non viene raccolta da nessun biancazzurro. A tre dal termine Abbruscato si gira e calcia di prima intenzione con il sinistro, ma il suo tentativo viene frustrato da miracoloso interviene miracolosamente con i piedi. 

TABELLINO

PESCARA (4-3-2-1): Perin; Zanon, Romagnoli, Bocchetti, Modesto (72' Balzano); Nielsen, Colucci, Bjarnason (57' Caprari); Quintero, Weiss; Vukusic (46' Abbruscato). Allenatore: Giovanni Stroppa.

ATALANTA (4-4-1-1): Consigli; Raimondi, Stendardo, Manfredini, Peluso; Schelotto, Cigarini, Cazzola (48' Scozzarella), Bonaventura (77' Troisi); Moralez (49' Brivio); Denis.

AMMONITI:  Cazzola, Cigarini, Quintero, Weiss, Balzano
ESPULSI: Peluso

DALLA SALA STAMPA

Stroppa: "Abbiamo iniziato bene e l'Atalanta ha creato occasioni per errori in fase d'impostazione. Sono dispiaciuto per la contestazione ma credo nel lavoro che stiamo facendo. Le difficoltà sono molte ma possiamo crescere".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pescara-Atalanta 0-0| l'Atalanta domina, il Pescara latita

IlPescara è in caricamento