menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pescara Ascoli 1-2: biancazzurri beffatti dopo il gol di Alcibiade

Brutta sconfitta con l'Ascoli, la seconda nelle ultime tre partite giocate all'Adriatico. I biancazzurri, rimaneggiati anche dalle tante assenze, non riescono a portare a casa punti preziosi

Brutta sconfitta con l’Ascoli, la seconda nelle ultime tre partite giocate all’Adriatico. I biancazzurri, rimaneggiati anche dalle tante assenze, non riescono mai ad imprimere un buon ritmo alla gara. L’Ascoli, schierato da Castori con un prudente  4-5-1, chiude tutti i varchi e riparte in velocità con Lupoli e Cristiano.

Nella seconda frazione di gioco, dopo il fortunoso vantaggio con il giovane Alcibiade, arriva l’uno due ascolano con Djuric e Cristiano. Gioia incontenibile per i circa 400 tifosi bianconeri arrivati all’Adriatico.

Il Pescara ottiene così soltanto un punto nei due incontri consecutivi disputati all'Adriatico con Piacenza e Ascoli.  I biancazzurri, che rimangono a quota 19 punti in classifica assieme al Modena, sono attesi dal delicatissimo match del "Matusa" contro il Frosinone. Saranno fondamentali i rientri di Cascione in mediana e di Mengoni in difesa.

PRIMO TEMPO

Dopo appena 30” di gioco èil talentino ex Arsenal, Arturo Lupoli, a sfruttare un errore in disimpegno di Mazzotta e ad involarsi a tu per tu con Pinna. Il numero 7 bianconero prova lo “scavetto” ma la palla, deviata impercettibilmente anche da Pinna, va di pochissimo fuori.

Nella prima frazione di gioco il Pescara cerca di sfruttare Gessa che, sulla  corsia di destra, sembra poter saltare facilmente il suo dirimpettaio Giallombardo. 

Al 15’ è proprio Gessa su assist di Ganci a sparare alto appena dentro l’area avversaria.

Il primo tempo si conclude senza altri sussulti e con un gioco piuttosto spezzettato per via dei tanti falli.

SECONDO TEMPO

Al 49’ Pinna è bravo e tempestivo in uscita su Cristiano pronto a calciare da posizione ravvicinata;

Al 50’ Bonanni chiama Guarna alla risposta direttamente su calcio piazzato;

Al 58’ il Pescara passa in vantaggio. Alcibiade devia fortunosamente un calcio piazzato di Bonanni e spiazza completamente l’estrmo ospite Guarna.

Al 67’ Djuric, da poco entrato in campo, mette in rete una bella sponda aerea di Lupoli. Il Pescara non riesce ad orchestrare più una manovra degna di nota. Gessa, il biancazzurro migliore nel primo tempo, esce sempre più dalla scena e il Pescara ne risente.

Al 70’ l’Ascoli mette ko il Pescara: Lancio lungo di Giallombardo, spizzicata dell’ariete Djuric, e pallonetto morbido di Cristiano su Pinna.

Di Francesco prova a raddrizzare la situazione inserendo Verratti e Stoian per Tognozzi e Bonanni.

L’ex giallorosso ci prova in due occasioni ma sulla sua strada trova un attento Guarna.

I MIGLIORI

STOIAN 6.5: In quindici minuti crea più pericoli di tutti i suoi compagni. Guarna gli nega il gol
GESSA 6: fino a quando regge lui il Pescara sembra poter impensierire l’Ascoli. Nel secondo tempo si spegne

I PEGGIORI

MAZZOTTA 5:  Commette subito un grave errore. In fase offensiva non riesce a mettere un cross insidioso

 

PESCARA (4-4-2): Pinna 5.5; Zanon 5.5, Alcibiade 5.5, Sembroni  5, Mazzotta 5; Gessa 6, Tognozzi 5 (Verratti 75’ 6), Nicco 6, Bonanni 5 (Stoian 75’ 6.5), Ganci 5.5, Sansovini 5 (Maniero 80’ s.v).Allenatore: Di Francesco

ASCOLI (4-5-1): Guarna; Ciofani (Djuric 61’), Faisca, Micolucci, Giallombardo; Gazzola, Moretti (Giorgi 82’), Di Donato, Pederzoli (Sommese 56’), Cristiano; Lupoli.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento