rotate-mobile
Calcio

Pescara - Aquila Montevarchi 4-2: partita, tabellino e voti

Rauti, due gol e un assist, man of the match contro i toscani all'Adriatico: l'ex Toro e Ferrari decisivi per la prima vittoria del 2022 della squadra di Auteri. Bene De Risio, ma la difesa concede troppo anche ai giovanissimi avversari di Malotti. Debutto in serie C per il 2005 Delle Monache

Il primo Pescara del 2022 trova terreno fertile per ripartire alla grande contro un Montevarchi giovanissimo, rabberciato a causa dell’emergenza Covid e infortuni, e nonostante tutto spigliato e coraggioso. I biancazzurri vincono 4 a 2 con le doppietta di Rauti e Ferrari e spaccano la classifica: alle spalle della coppia formata dal Delfino e dall'Ancona c'è ora un fossato di 6 punti. Davanti, frena il Cesena al terzo posto, ora a meno cinque da Ingrosso e compagni. I toscani infatti provano a giocarsela nella metà campo biancazzurra senza fare calcoli. E restano in partita fino all’ultimo minuto del primo tempo. Rauti torna titolare e capisce che questa è una grande occasione: l’ex Toro è imprendibile e determinante, un vero “acquisto” per Auteri nella sua nuova versione di esterno offensivo e goleador. De Risio debutta in mediana: partita di quantità per lasciare a Diambo l’incombenza di provare a costruire il gioco. Il vastese tocca tanti palloni e si tuffa nei contrasti con generosità, anche se si vede lontano un miglio che il campo gli manca da mesi (non giocava da maggio). Dietro si balla sempre un po’ troppo, anche contro i giovanissimi toscani (la squadra con l’età media più bassa del girone B), ma questo è un problema che viene da lontano.

La cronaca

Pronti via, il Montevarchi vuole provare a giocarsela e si fa punire dalla ripartenza letale dei biancazzurri. Palla profonda sulla destra per Rauti, che ha uno sprint da centometrista e s’invola solo sulla sua corsia, poi alza la testa e appoggia all’indietro all’accorrente Ferrari: diagonale di prima che picchia l’interno del palo e s’insacca. Partita spaccata in tre minuti.

Passano pochi minuti e Diambo è goffo in area su Mercati, il tocco del centrocampista biancazzurro è scomposto: l’arbitro indica il dischetto con decisione. Gambale dopo 9’ spiazza Sorrentino e firma il pari dei toscani.

Al 18’ ancora Rauti da destra, al centro Ferrari ci prova con il tacco ma non trova la porta per questione di pochi centimetri. L’ex Toro al 20’ si mette in proprio: dal cross da sinistra di Rasi, ci prova Ferrari sbagliando il controllo, la palla danza nel cuore dell’area e il giovane attaccante s’avventa con freddezza e calcia nell’angolino imparabile per Giusti. Rauti è in assoluto il migliore in campo degli abruzzesi, impossibile da tenere per il 2004 Senzamici, che alla mezzora – dopo essere stato anche ammonito – viene sostituito da Malotti, che gli risparmia altre sofferenze e un possibile cartellino rosso. La mossa non basta ad arginare la giornata da incorniciare del giovane attaccante pescarese, che prima dell’intervallo ancora una volta fiuta aria di gol al limite dell’area e con un destro morbido sotto l’incrocio firma il tris che manda Auteri al sicuro all’intervallo.

Ma il Montevarchi dimostra anche nella ripresa di non avere timori revenziali. All’8’ i rossoblu accorciano con Intinacelli, lasciato troppo libero di calciare dai difensori pescaresi. La partita torna in equilibrio e gli ospiti guadagnano metri e fiducia con il passare dei minuti. Auteri al 20’ cambia sistema di gioco passando al 4-3-3 con Memushaj in mediana e Clemenza nel tridente, spostando Cancellotti al centro della difesa con Ingrosso. Copertura totale del campo, squadra corta e pronta a distendersi in contropiede. Al 23’ il Pescara potrebbe segnare il poker, ma D’Ursi non è spietato davanti a Giusti sull’assist perfetto di Ferrari. Auteri cerca energie fresche per chiuderla passando dalle corsie esterne e cambia ancora: 3-5-2 con Frascatore e Zappella alzati sulla linea mediana. Il tecnico siciliano prima del 90’ concede al 2005 Marco Delle Monache la gioia del debutto in serie C (dopo quello in Coppa Italia contro il Grosseto). Il baby di Cappelle sul Tavo subito nel match: sfiora il gol nel recupero e dal corner trovato dalla sua giocata nasce il poker di Ferrari in acrobazia al 47’. Il Pescara c’è. Il tour de force inizia nel migliore dei modi.

Il tabellino

MARCATORI Ferrari (P) al 3’, Gambale (AM) su rigore al 9’, Rauti (P) al 20’ e al 46’ p.t.; Intinacelli (AM) all’8’, Ferrari (P) al 47' s.t.

PESCARA (3-4-3) Sorrentino 6; Ingrosso 6, Drudi 5,5 (dal 1’ s.t. Zappella 6), Veroli 6,5; Cancellotti 5,5, De Risio 6,5, Diambo 6 (dal 30’ s.t. Frascatore s.v.), Rasi 6 (dal 20’ s.t. Memushaj 6); Rauti 7,5 (dal 20’ Clemenza 6), Ferrari 7,5, D’Ursi 6 (dal 43’ s.t. Delle Monache s.v.) (Iacobucci, Nzita, Lazcano, Bocic, Blanuta, De Marchi). All. Auteri 6,5.

AQUILA MONTEVARCHI (3-4-1-2) Giusti 6,5; Achy 6, Boccadamo 6, Senzamici 5 (dal 32’ p.t. Intinacelli 6); Lischi 5,5 (dal 34’ Poggesi s.v.), Mionic 5,5 (dal 45’ s.t. Nyamsi s.v.), Mercati 6 (45’ s.t. Boncompagni s.v.), Lunghi 6; Carpani 6; Barranca 5,5, Gambale 6 (Rinaldi, Lebrun, Giorgelli, Tacchini, Boncompagni, Cappelli, Nyamsi). All. Malotti 6.

ARBITRO Ancora di Roma 6.

NOTE paganti 1.546, incasso di 8.417 euro (non ci sono abbonati). Ammoniti Senzamici (AM), De Risio (P), Poggesi (AM).  Recupero 2’ p.t., 4’ s.t.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pescara - Aquila Montevarchi 4-2: partita, tabellino e voti

IlPescara è in caricamento