rotate-mobile
Mercoledì, 17 Agosto 2022
Calcio

Pescara, torna Bjarnason: sarà a Palena con l'Adana Demirspor

L'islandese amatissimo dai tifosi biancazzurri gioca con la squadra turca allenata da Montella (e dall'altro ex Delfino Daniele Russo) e guidata in attacco da Mario Balotelli: appuntamento domenica 24 luglio

Birkir Bjarnason ritrova sul suo cammino il Pescara. La mezzala islandese, oggi 34enne, gioca con i turchi dell’Adana Demirspor, prossima avversaria del Delfino in amichevole a Palena domenica 24 luglio alle 17,30. La formazione turca in tournèe in Italia sarà quindi la sfidante di lusso nel primo test del precampionato della squadra di Colombo, al posto del Padova (saltata l’amichevole del 23 a Rivisondoli). Nell’Adana, allenata da Vincenzo Montella e dal suo vice Daniele Russo, ex centrocampista biancazzurro in serie B, gioca anche Mario Balotelli, attesissimo dagli sportivi di Palena e non solo. Il capitano è Gokan Inler, ex centrocampista del Napoli, che in serie A nel 2012/2013 segnò due volte contro il Pescara.

I tifosi del Pescara, invece, approfitteranno per rivedere Bjarnason, il centrocampista arrivato dieci anni fa grazie all’intuizione di mercato del ds Delli Carri, che lo pescò in Belgio. Dopo una buona stagione in biancazzurro, il vichingo fu ceduto alla Sampdoria in comproprietà, ma i blucerchiati non lo riscattarono l’estate successiva, così Birkir tornò nel 2014 a Pescara per giocare in B, con Baroni e Oddo. Una stagione magnifica per il biondo di Akureyri, terminata però con una coda velenosa. Convocato dall’Islanda per le gare di qualificazione agli Europei, Bjarnason fu costretto a saltare la finale play-off di ritorno al Dall’Ara contro il Bologna. Una beffa atroce, che scatenò i tifosi pescaresi sui social con la campagna #freebirkir che mandò in tilt i social della federazione calcistica islandese e fece rumore per diversi giorni. Bjarnason, però, a Bologna non giocò e il Pescara dovette arrendersi, con due pareggi, lasciando la serie A ai rossoblu.

Birkir, che nell’ultima stagione in Turchia è tornato ad esprimersi ai massimi livelli (33 partite e 7 gol totali tra campionato e Coppa), è rimasto innamorato di Pescara e dell’Abruzzo e sui suoi social spesso, ancora oggi, posta foto mentre si cimenta con la cottura degli arrosticini. Dopo Pescara, passò al Basilea (affare da 2 milioni di euro per il Delfino) e successivamente agli inglesi dell’Aston Villa. A Londra un grave infortunio nel 2019 e stagione terminata in anticipo. Solo a ottobre dello stesso anno, è tornato in campo, ripartendo dai qatarioti dell’Al-Arabi. Dopo quell’esperienza, un anno e mezzo al Brescia, prima in A e poi in B. In quel periodo l’occasione per tornare a calcare il prato dell’Adriatico da ex con la maglia delle Rondinelle: era il 22 dicembre 2020, finì 1 a 1 e il vichingo giocò dal 1’, prima di essere sostituito. Anche quel giorno per lui applausi e tanti sorrisi da tifosi e vecchi amici.

Salvo clamorose sorprese di mercato (ha un contratto per un’altra stagione, fino a giugno 2023, con i turchi dell’Adana), Bjarnason potrà quindi vivere una nuova e inattesa rimpatriata con vecchi amici e tifosi del Pescara per questa amichevole precampionato.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pescara, torna Bjarnason: sarà a Palena con l'Adana Demirspor

IlPescara è in caricamento