Giovedì, 28 Ottobre 2021
Calcio

Penne, contro il Lanciano un pari e tanti rimpianti: finisce 1-1

Avanti i vestini con Guerra alla mezzora, i frentani trovano subito il pari. Nel finale la squadra di Iodice potrebbe vincerla, ma spreca un rigore: il portiere ospite è decisivo

Una traversa, un rigore fallito, tante palle sciupate per mancanza di precisione. Il Penne spreca l'occasione di piegare il Lanciano in una classica dell'Eccellenza. La sblocca Guerra dopo mezzora, abile a raccogliere un invito al bacio di Cacciatore. Ma una disattenzione difensiva costa il pari. Nella ripresa cala il ritmo degli ospiti e nel finale sono tanti i rimpianti vestini: prima Di Fazio centra in pieno la traversa, poi Guerra fallisce un rigore a cinque minuti dal termine. 

Problemi di formazione per entrambi i tecnici: mister Iodice, rispetto a sette giorni fa, recupera Ranalli con Fulvi ancora a mezzo servizio che si accomoda in panchina, in difesa deve dare forfait Pastafiglia che si aggiunge agli infortunati di lungo corso Calderaro e D'Ercole. I frentani devono invece fare a meno di Labonia, Nikolla, Bertino e Ferrentino.

Atteggiamenti speculari quelli dei due tecnici che si schierano col 4-2-3-1: Iodice manda in campo ben cinque fuoriquota dal primo minuto, Ranalli riprende posto in difesa affianco a capitan D'Addazio, in mezzo al campo Rossi è preferito a Grasso in tandem con Silvestri, in avanti Guerra, Cacciatore e Cutilli (2004) agiscono alle spalle della prima punta Serti (2001).
Sul fronte opposto mister Gagliarducci schiera i suoi con tanti elementi di valore: Scipioni e Daleno guidano la retroguardia frentana, in avanti Rei (2001), Bellitta e Ciotola in appoggio al centravanti Mariano.

Dopo le emozioni e i gol del primo tempo, la ripresa è la sagra delle occasioni mancate per il Penne. I biancorossi sfiorano a più riprese il gol vittoria. Di Fazio che al 36' dal limite riceve un ottimo invito di Cacciatore e calcia al volo, il pallone supera l'ottimo Elezaj ma si infrange contro la traversa. Al 40' Cacciatore brucia Daleno e si presenta a tu per tu con l'estremo ospite che in uscita lo stende in area; calcio di rigore e cartellino giallo per il portiere frentano, dal dischetto si presenta Guerra che calcia debolmente, Elezaj azzecca l'angolo e blocca tenendo a galla i suoi. Ancora al 43' bella azione personale di Di Fazio che si libera di Scipioni al limite e calcia in porta, l'estremo ospite è in controtempo ma in tuffo riesce a bloccare in due tempi. Ancora Di Fazio nel recupero fa sussultare i suoi quando riceve palla da Cacciatore ma da buona posizione non trova la forza e la precisione giusta, Elezaj in tuffo blocca confermandosi l'uomo in più dei suoi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Penne, contro il Lanciano un pari e tanti rimpianti: finisce 1-1

IlPescara è in caricamento