rotate-mobile
Calcio

Parma-Pescara 3-0: tre sberle spingono il Dlefino ultimo in classifica

Il Pescara di Bucchi cade anche al Tardini di Parma. I biancazzurri non riescono a pungere in avanti e vengono puniti da Benalouane, Paletta e da una prodezza di Amauri

E' quasi una resa. La sconfitta di Parma, arrivata dopo una partita letteralmente vissuta in affanno, lascia il Pescara all'ultimo posto in classifica e con davvero poche chance di compiere una remontada verso la salvezza. Considerando che i biancazzurri difficilmente potranno ottenere punti allo Juventus Stadium la prossima settimana, Cascione e compagni per salvarsi dovrebbero vincere le restanti sette gare di campionato:roba di mission impossible. Per il Parma tre punti importantissimi che avvicinano i ducali ancor più verso una tranquilla salvezza.

IL MATCH  Pronti via e subito i padroni di casa costringono il Pescara alla difensiva. All'11 Amauri, con uno  stacco imperioso di testa,  chiama Pelizzoli al grande intervento. Nonostante il campo non faciliti le giocate dei 22 in campo, i padroni di casa riescono a creare ottime occasioni e sfiorano il gol anche con un tiro rasoterra di Sansone sul quale, ancora una volta, Pelizzoli compie un miracolo. Il gol degli emiliani  comunque è nell'aria e, dopo un altro intervento strepitoso di Pelizzoli su Amauri, al 18' arriva grazie a Benalouane, bravo a deviare di testa un calcio d'angolo dalla destra di Ninis. Nel secondo tempo il copione della gara non cambia: il Parma attacca e il Pescara, a stento, prova a rimanere attaccato alla gara. Al 55', sempre sugli sviluppi di un tiro d'angolo il Parma trova il raddoppio con un sinistro potente di Paletta. Sul 2 a 0 il Pescara potrebbe accorciare le distanze, ma il colpo di testa di Abbruscato termina a lato di pochissimo. Il Parma comunque c'è e al 65', dopo un palo di Sansone, Amauri segna il terzo gol dei suoi con una sforbiciata di rara bellezza.

IL TABELLINO       

PARMA (4-3-3):  Mirante; Benalouane (68’ Santacroce), Paletta, Lucarelli, Gobbi; Marchionni, Parolo, Ninis; Biabiany (83’ Boniperti), Amauri (76’ Cerri), Sansone. All.: Donadoni.

PESCARA (4-3-3):  Pelizzoli; Zauri, Bianchi Arce,  Krøldrup,  Bocchetti; Bjarnason (57’ Celik), D’Agostino, Cascione; Sculli, Abbruscato (64’ Sforzini), Caprari (86’ Di Francesco). All.: Bucchi

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parma-Pescara 3-0: tre sberle spingono il Dlefino ultimo in classifica

IlPescara è in caricamento