Calcio

Morte di Vialli, il ricordo di Pacchiarotti e Verratti

L'ex portiere del Pescara ha giocato nelle Nazionali giovanili con l'ex Juventus scomparso oggi a 58 anni: "Ci lascia un campione". Il post commovente della stella del Psg

La morte di Gianluca Vialli a 58 anni, dopo una lunga battaglia con una terribile malattia, ha lasciato sgomenti anche gli sportivi abruzzesi e tanti protagonisti che hanno condiviso il loro percorso calcistico con l'ex attaccante di Cremonese, Samp, Juve e Nazionale. A piangere la scomparsa dell'ex capitano bianconero dell'ultima Champions juventina è stato, su Facebook, Luca Pacchiarotti, coetaneo di Vialli e suo compagno di spogliatoio nelle Nazionali giovanili. "Un altro campione del calcio purtroppo ci lascia. Ho avuto il piacere di giocarci  insieme in nazionale  Juniores nel 1981.Che riposi in pace Gianluca Vialli. Un vero peccato", ha scritto su Facebook il "Puma", ex portiere del Pescara, professionista negli anni '80 e poi protagonista nel calcio dilettantistico regionale e non solo. Pacchiarotti lega uno dei suoi ricordi più belli all'ormai celebre partita da titolare all'Adriatico contro il Napoli di Maradona, in cui il Pibe de Oro segnò il primo gol italiano, proprio al portiere di Scafa. In pochi sanno che tra i suoi trascorsi nelle varie Nazionali giovanili, Pacchiarotti è stato anche compagno di squadra di Vialli e Mancini, diventati anni dopo i grandi eroi della Sampdoria dello scudetto, entrata nella leggenda e arrivata ad un passo dalla Champions (Coppa dei Campioni). Pacchiarotti ha anche postato un ritaglio di giornale di una sfida tra Italia e Austria categoria Juniores, giocata a Salisburgo l'11 novembre del 1981, vinta 1 a 0 dagli Azzurrini (gol di Incocciati). Pacchiarotti e Vialli figurano nell'undici titolare di quella Nazionale. C'erano anche Marco Baroni, ex allenatore del Pescara oggi a Lecce in A, e Donadoni, che diventò poi una stella del Milan di Sacchi.

Commosso anche Marco Verratti, che ha incrociato Vialli in Nazionale nella spedizione azzurra culminata con la vittoria dell'Europeo nell'estate del 2021, in cui lo stesso Vialli era team manager della Nazionale nello staff del ct Roberto Mancini. Su Instagram il centrocampista pescarese del Psg ha scritto: "Eri una persona dal cuore grande. Avevi sempre una parola di conforto per tutti, anche quando eri tu il primo ad averne bisogno. Mi hai fatto piangere tante volte. Sei un esempio di forza, coraggio e dignità. Ci mancherai".

Il ricordo della Pescara Calcio e della LND Abruzzo

Il Pescara ha partecipato al cordoglio del mondo del calcio con un post sui propri social: "Grazie per le emozioni che hai regalato al mondo del calcio". Anche il Comitato regionale della LND Abruzzo ha ricordato lo spessore umano e l'umiltà di Vialli, che nel 2015 collaborò con il Carunchio, piccola società di Seconda categoria abruzzese, in un format televisivo ideato dai dirigenti della stessa società.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morte di Vialli, il ricordo di Pacchiarotti e Verratti
IlPescara è in caricamento