Calcio

Piermario Morosini morto dopo un malore in campo durante Pescara - Livorno

Piermario Morosini è morto. Il 25enne calciatore del Livorno è deceduto dopo il malore accusato sul campo del Pescara nel match del 35° turno di Serie B

Piermario Morosini, dopo i primi soccorsi sul terreno di gioco, è stato trasportato all'ospedale Santo Spirito di Pescara. I medici hanno provato a lungo a rianimare il calciatore, anche attraverso la somministrazione di adrenalina, ma ogni tentativo si è rivelato inutile.  

All'ospedale di Pescara sono arrivati subito dopo i compagni di squadra di Piermario Morosini e, quando al loro ingresso sono esplosi in lacrime, la polizia ha fatto allontanare i giornalisti fuori dal pronto soccorso. Dell'episodio ha parlato anche l'amministratore delegato del Pescara, Danilo Iannascoli. 

«Mi ha guardato negli occhi quando è entrato nella vettura - ha raccontato a Sky il dirigente biancazzurro - Stiamo vivendo un dramma. L'ambulanza in ritardo? Non so, ma so che l'ingresso in campo era ostruito da una vettura». «Morosini - ha poi aggiunto il dirigente - è caduto, ha provato a rialzarsi ma è ricaduto. Il nostro massaggiatore si è reso conto del dramma». 

Un minuto di silenzio su tutti i campi di calcio, dalla A alle serie minori, per la morte di Piermario Morosini. Il minuto di silenzio per ricordare il calciatore del Livorno, scomparso oggi, verrà osservato già da Milan-Genoa, anticipo del 33° turno di Serie A in programma alle 18. 

Morosini, cresciuto calcisticamente nelle giovanili dell'Atalanta, ha esordito nella massima serie con la maglia dell'Udinese. Con i bianconeri friulani, tra il 2004 e il 2006, ha collezionato 5 gettoni prima di passare al Bologna. Poi Vicenza, per tre stagioni, Padova, Reggina e Livorno. Il centrocampista bergamasco, nato il 5 luglio 1986, ha vestito per 66 volte la maglia delle nazionali giovanili.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piermario Morosini morto dopo un malore in campo durante Pescara - Livorno

IlPescara è in caricamento