rotate-mobile
Venerdì, 21 Giugno 2024
Calcio

Sospiro di sollievo dopo il grande spavento in partita: il giovane Lorenzo sta bene! "Non vediamo l'ora di riabbracciarlo e rivederlo in campo"

Mercoledì 29 maggio l'atleta della Cantera, in un triangolare Under 13, dopo uno scontro di gioco fortuito aveva perso i sensi, avendo una crisi convulsiva che rischiava di farlo soffocare

Il peggio per fortuna è già alle spalle. E dopo la grande paura si può finalmente tirare un grande sospiro di sollievo per Lorenzo, giovanissimo atleta della Cantera Adriatica che mercoledì 29 maggio ha battuto la testa violentemente a terra dopo uno scontro di gioco fortuito durante la gara pomeridiana tra Cantera Adriatica Pescara e Castrum Silvi valida per il triangolare di semifinale del campionato Under 13 Interprovinciale (la terza squadra partecipante era il Pescara). Lorenzo sta meglio e lo ha fatto sapere lo stesso sodalizio per il quale il giovanissimo atleta è tesserato. 

I FATTI E LE CONDIZIONI - Si stava giocando al Poggio degli ulivi di Città Sant'Angelo quando è successo ciò che ha fatto inevitabilmente spaventare tutti i presenti. Il 13enne della squadra grigioazzurra, allenata da Marco Mosca, è caduto a terra e ha battuto il viso dopo un fortuito scontro di gioco, perdendo i sensi e avendo una crisi convulsiva che rischiava di farlo soffocare .Il pronto intervento degli staff e degli allenatori delle squadre - tra questi il tecnico del Delfino Massimiliano Di Giacomo - e di due genitori presenti sugli spalti, uno infermiere e l'altra medico (la dottoressa Daniela Fantone, mamma di un giocatore della Cantera), è stato fondamentale per evitare il peggio e stabilizzare il giovane calciatore dopo le convulsioni.Dopo il primo soccorso in campo, Lorenzo è stato trasportato dall'elisoccorso all'ospedale di Pescara: il giocatore della Cantera è già in buone condizioni a 24 ore dal fatto, come comunicato dal suo club, e potrebbe tornare a casa già venerdì 31 maggio, lasciando così il nosocomio della città dannunziana. 

LA DICHIARAZIONE - "Siamo felici perché Lorenzo è in buone condizioni, il peggio è passato. Ringraziamo tutte le persone che lo hanno aiutato in quei momenti terribili, in particolare la dottoressa Daniela Fantone, che lo ha stabilizzato quand'era in preda alle convulsioni. Non vediamo l'ora di riabbracciarlo e rivederlo in campo con i suoi compagni", ha detto il patron della Cantera Adriatica, Massimo Giannetti (in foto)

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sospiro di sollievo dopo il grande spavento in partita: il giovane Lorenzo sta bene! "Non vediamo l'ora di riabbracciarlo e rivederlo in campo"

IlPescara è in caricamento