menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lanciano-Pescara 1-2 | Va al Delfino il derby d'Abruzzo

Biancazzurri in vantaggio con Caprari al 26'. Nella ripresa capitan Memushaj firma il raddoppio su rigore. Accorcia le distanze Di Cecco, ma la squadra di Oddo resiste e vince

Gara dalle grandi emozioni (com'era facile immaginare) quella che si è giocata oggi pomeriggio allo stadio Guido Biondi tra la Virtus Lanciano e il Pescara. Il derby d'Abruzzo anche in questa occasione non ha deluso, regalando brividi a entrambe le tifoserie. Alla fine è il Delfino ad aggiudicarsi la partita, ma soprattutto nella ripresa i ragazzi di Oddo hanno dovuto cercare di contenere la situazione, complice il goal di Di Cecco che ha accorciato le distanze rischiando quasi di riaprire il match. 

LA CRONACA - Va subito sottolineato che anche questa volta l'attaccante Cocco viene schierato dal primo minuto, mentre in difesa rientra Campagnaro. Pronti via, sono i padroni di casa ad avere la prima occasione con Piccolo che, dal fondo, mette la sfera al centro dell'area: Fiorillo ribatte con i pugni, ma arriva Di Cecco con una bella girata e il pallone sorvola la traversa. Al 26′ i biancazzurri passano in vantaggio grazie a Caprari, che si beve la difesa rossonera e spara poi un diagonale di destro in area: 0-1 per il Pescara.

Al 43' Lapadula, servito da Cocco, manca di poco la porta concludendo alla sinistra di Casadei. Nella ripresa, al 5', capitan Memushaj firma il raddoppio trasformando un rigore concesso da Aureliano per un tocco di mano di Di Cecco. Ed è proprio quest'ultimo, cinque minuti più tardi, ad andare in rete dopo una respinta di Fiorillo su Piccolo. Il finale è prevalentemente di marca frentana, ma il Pescara gestisce bene e alla fine consegue una vittoria meritata. 

LANCIANO (4-3-2-1): Casadei; Pucino, Rigione, Amenta (dal 1′ st Boldor), Mammarella; Di Francesco, Paghera, Di Cecco (dal 40′ st Bacinovic); Piccolo, Marilungo; Padovan (dal 30′ st Lanini). A disp.: Aridità, De Silvestro, Di Filippo, Turchi. All. D’Aversa

PESCARA (4-3-1-2): Fiorillo; Zampano, Campagnaro, Zuparic, Crescenzi; Benali, Bruno (dal 22′ st Mandragora), Memushaj; Caprari, Lapadula, Cocco (dall’11’ st Selasi). A disp.: Aresti, Mitrita, Forte, Fornasier, Valoti, Fiamozzi, Sansovini. All. Oddo.

Arbitro: Aureliano di Bologna.

Assistenti: Liberti e Citro

Rete: 26′ pt Caprari, 5′ st Memushaj (rig.), 11′ st Di Cecco

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento