Giovedì, 16 Settembre 2021
Calcio

Grosseto Pescara 2-4

Il Pescara sbanca anche lo "Zecchini" di Grosseto e torna al primo posto in classifica. Dopo il 4 a 2 ai maremmani dei biancazzurri la pressione è ora sul Torino, condannato a vincere nel posticipo con il Padova per tonare primo

Lorenzo Insigne

Il Pescara di Zeman ha inserito il turbo. A Grosseto, senza due uomini fondamentali come Immobile e Verratti, la formazione biancazzurra vince per 4 reti a 2 e dimostra di aver gamba, cuore, gioco e grinta per questo finale di campionato. Le uniche note negative di giornata l'infortunio ad Insigne, uscito per far posto a Gessa dopo un brutto fallo subito a metà campo, e l'ammonizione ad Anania, che sarà costretto a saltare la partitissima in programma nella prossima giornata  contro il Torino. Il Grosseto, ormai senza più niente da chiedere a questo campionato, non è mai sembrato in grado di poter contrastare lo strapotere tecnico e fisico del Pescara.

IL MATCH Dopo una partenza arrembante dei biancazzurri il Grosseto si rende pericoloso con Sfrozini. Il centravanti biancorosso,al 19', ben servito da Caridi, impegna con un bel diagonale Anania. La replica del Pescara non tarda ad arrivare e, al 21', è Caprari a chiamare alla deviazione l'estremo difensore di casa Viotti. Il vantaggio della formazione di Zeman arriva al 33' quando, l'ex Alfageme, in ripegamento difensivo, spedisce con un preciso colpo di testa la sfera nella sua porta. Dopo aver sbloccato la gara il Pescara può sfruttare meglio gli spazi che il Grosseto è costretto a concedere e, così, sul finale del primo tempo, al minuto 42',  dopo un sensazionale coast to coast di maradoniana memoria, Insigne infila Viotti con un imprendibile diagonale di destro. Con il doppio vantaggio il Pescara rientra nel secondo tempo determinato ad incrementare il bottino di reti e, infatti, dopo soli otto minuti, al 53', arriva la terza rete con Nielsen, bravo nel ribadire in rete una respinta di Viotti dopo un cross tagliato di Insigne. Zeman decide di mandare in campo il capitano Sansovini, al posto di un Caprari anche oggi al meglio delle sue potenzialità, che come spesso gli capita impiega pochi minuti per timbrare il cartellino. E' il minuto 66 quando il numero 9 biancazzurro sfrutta a dovere un preciso filtrante di Cascione e di piatto sinistro fulmina per la quarta volta Viotti. Il Grosseto, rimasto anche in dieci uomini per l'espulsione di Ronaldo per proteste, rischia l'imbarcata ma Sforzini trova il guizzo che induce l'arbitro Gallione a decretare il penalty. Dal dischetto Anania si fa trovare pronto ma sulla ribattuta Sforzini è lesto a depositare la palla in rete. Nel finale su assist di Calderoni è ancora Sforzini, quasi sempre in gol contro i biancazzurri, ad accorciare ulteriormente le distanze.

LA SVOLTA DEL MATCH L'autorete di Alfageme spiana la strada ai biancazzurri ma è il super raddoppio di Insigne a far scendere il sipario sulla gara dello Zecchini. Le diverse motivazioni delle due formazioni erano comunque evidenti.

TABELLINO 

Grosseto (4-4-2): Viotti, Antei, Petras, Olivi, Calderoni; Mancino (45' Sciacca), Ronaldo, Crimi, Caridi; Alfageme (45' Misuraca), Sforzini. Allenatore: Ugolotti

Pescara (4-3-3): Anania; Balzano, Romagnoli, Capuano, Bocchetti; Cascione, Togni (55' Kone), Nielsen; Insigne (67' Gessa), Maniero, Caprari (56' Sansovini). Allenatore: Zeman

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Grosseto Pescara 2-4

IlPescara è in caricamento