menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pescara calcio, mister Grassadonia ci crede ancora: "Era una partita da vincere ma il campionato non è finito"

L'allenatore biancazzurro analizza il deludente pareggio contro la Virtus Entella ultima in classifica

Mister Gianluca Grassadonia commenta il pareggio interno del Pescara contro la Virtus Entella, ultima in classifica.
Non nasconde la delusione per la mancata vittoria in un incontro che era solo da vincere ma vuole continuare a crederci fino a quando non sarà ufficiale la retrocessione.

"Era una partita da vincere, i ragazzi hanno dato tutto, ma il campionato non è finito", dice l'allenatore biancazzurro, "dobbiamo andare a Cosenza e vincere la partita. Le abbiamo tentate tutte, dal punto di vista dell'impegno i calciatori hanno dato tutto. Non possiamo alzare bandiera bianca, fino a quando c'è una speranza dobbiamo provarci. Non siamo riusciti a trovare i varchi perché loro erano molto compatti, ma nel secondo tempo abbiamo creato tantissimo, peccato che il gol sia arrivato solo nel finale, magari segnando prima avremmo avuto maggiori possibilità. Il primo tempo è figlio della tensione e delle due settimane nelle quali siamo stati fermi. Dobbiamo crederci fino alla fine, fino a quando la matematica non ci condannerà. Nel bene e nel male ho le idee chiare su tutto. A Cosenza abbiamo un solo risultato disponibile visto che sarà l'ultima occasione e ci credo per il recupero dei calciatori che sono attualmente fuori". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Attenzione al razzo cinese: l'ironia corre sul web [FOTO]

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento