rotate-mobile
Calcio

Il Futsal Pescara 1997 torna alla vittoria, colpo sul campo del Ciampino Aniene: 4-5

Sotto per 3 a 1 dopo 15', la squadra di Palusci riprende i laziali con il portiere di movimento. Nella ripresa, dal 4-3 al ribaltone definitivo per i biancazzurri. Debutto in A per il portiere Giorgio Cilli

Testa, cuore e gambe: dopo due sconfitte, tornano i tre punti in casa Futsal Pescara 1997 e in classifica sono 19 punti (5° posto). Senza gli squalificati Gui e Mazzocchetti, con Mammarella e Villalva ancora sulla via del recupero, assenti dell’ultim’ora Morgado, Ferraioli e il 2004 Giuliani. In porta ha esordito il giovanissimo Cilli, protagonista di parate decisive. In campo ha dato il suo contributo Eric, dando il via anche al primo gol biancazzurro. Non è bastata l’emergenza a fermare i pescaresi sul campo del Ciampino Aniene. Arriva una meritata, sudata e rocambolesca vittoria in casa dei laziali, terzi in classifica e finora imbattuti sul loro campo: 4-5.

Partita scintillante tra due squadre che giocano a futsal senza fare calcoli e con personalità. Dopo 4’22’’ è Portuga di sinistro a sblocca il pomeriggio. Casassa si fa rimpiangere dai suoi ex compagni abruzzesi, parando una palla bollente scagliata dai biancazzurri. Poi Misael si mette in proprio e sfiora di nuovo il pari. Il gol pescarese è nell’aria. E al 7’ arriva: il meritato pareggio è figlio di un tentativo dell’esordiente Eric, agevolato da un tocco maldestro dei laziali con Pina.

La gioia, però, dura pochissimo: Wilde segna il 2 a 1 dopo una manciata di secondi chiudendo una ripartenza letale. Subito il terzo gol della stella laziale Divanei sugli sviluppi di un angolo, Palusci spegne l’ardore dei padroni di casa inserendo subito il portiere di movimento. Murilo e Misael si alternano con la maglia bianca, mandando in tilt l’organizzazione dei padroni di casa.

Prima dell’intervallo, la manovra biancazzurra con il power play porta al 2-3 di Andrè, con un tap in che chiude il tiro respinto a Coco Schmitt. Lo stesso Andrè è un cobra nell’area avversaria: ancora un suo tocco velenoso a sporcare in porta il tiro di Misael per fare 3 a 3 a pochi secondo dal 20’. I biancazzurri chiudono in attacco mettendo paura al Ciampino con il quinto di movimento fino alla sirena.

La ripresa si apre con il baby Cilli che ci mette subito una pezza su Portuga, dimostrando di essere in partita. Un palo di Murilo fa recriminare Palusci, che deve incassare il nuovo sorpasso del Ciampino per un rigore di Pina (intuito da Cilli) dopo 8’. Dopo il 4-3, il coach pescarese non ha dubbi: subito portiere di movimento per riprendere il risultato. Passano due minuti e Misael firma il pareggio. La determinazione con cui Murilo e compagni tengono il campo crea imbarazzi a Wilde e compagni. Passano altri due minuti e l’ex capitano dell’A&S firma il clamoroso sorpasso: 4-5. Duro colpo per i laziali, con 8’ ancora sul cronometro e un nervosismo crescente sul parquet. Ora è Ibanes a giocare con il quinto di movimento. Ma il muro eretto dai biancazzurri è solido, compatto, ordinato. Il cronometro corre verso il 40’ e, alla sirena, capitan Coco Schmitt e soci possono liberare la loro gioia per il ritorno alla vittoria.

Il tabellino

CIAMPINO ANIENE: Casassa, Raubo, Guti, Joao Salla, Portuga, Bertolini, Divanei, Pina, Wilde, Pilloni, Ganzetti, Ferretti, De Filippis, Buricca. All. Ibañes.

FUTSAL PESCARA: Cilli, Murilo, Maltauro, Andrè, Coco Schmitt, Diodati, Fracassi, Coco Wellington, Eric, Misael, Ferraioli, Onnembo, Labrozzi. All. Palusci.

MARCATORI: 4'22'' p.t. Portuga (CA), 6'58'' aut. Pina (P), 7'16'' Wilde (CA), 14'28'' Divanei (CA), 18'25'' Andrè (P), 18'55'' Andrè (P), 7'49'' s.t. rig. Pina (CA), 10'14'' Misael (P), 12'01'' Murilo (P).

AMMONITI: Eric (P), Joao Salla (CA), Murilo (P).

ARBITRI: Fabio Rocco De Pasquale (Marsala), Andrea Saggese (Rovereto) CRONO: Alessandro Ribaudo (Roma 2).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Futsal Pescara 1997 torna alla vittoria, colpo sul campo del Ciampino Aniene: 4-5

IlPescara è in caricamento