rotate-mobile
Sabato, 22 Giugno 2024
Calcio

Le lacrime del pescarese Eusebio Di Francesco per la retrocessione fanno il giro del web

Il tecnico del Frosinone a fine gara scarica la tensione e la delusione tenendosi la testa tra le mani. A consolarlo l'allenatore e il vice allenatore dell'Udinese, l'eroe di Germania2006 Fabio Cannavaro e il fratello Paolo

L'annata del pescarese Eusebio Di Francesco si è conclusa nel modo più amaro possibile, con una retrocessione alla guida del Frosinone che rovina una stagione che era stata per larghi tratti più che positiva. L'apice? La super vittoria dello stadio Maradona (ex San Paolo) di Napoli in Coppa Italia, quando i suoi ragazzi hanno battuto addirittura per 4-0 i campioni d'Italia in carica nella pripria casa, estromettendoli dalla manifestazione. Sembrava il preludio ad una seconda parte di annata agonista al top (era il 19 dicembre 2023), invece è stata l'ultima grandissima pagina prima di un 2024 difficile culminato con il ritorno in B dei ciociari.

La sconfitta immeritata in casa contro l'Udinese nell'ultima giornata di campionato e il contemporaneo successo dell'Empoli con la Roma con gol vittoria di Niang al 93', hanno infatti condannato Eusebio da Pescara e la sua squadra, piena zeppa di giovani prospetti, alla Serie B per un solo punto. Di Francesco non meritava un simile epilogo, ma il calcio a volte sa essere crudele e spietato come pochi altri sport. Il simbolo di una maledetta domenica è arrivato a fine partita e l'immagine della scena ha fatto il giro del web: al termine di Frosinone-Udinese in tv - su Dazn - scorrono le immagini di lui che piange tenendosi la testa tra le mani, mentre i fratelli Fabio e Paolo Cannavaro lo abbracciano e provano a consolarlo. Il video subito viene postato sui social e diventa virale, a testimoniare la grandezza umana di un tecnico che aveva dato tutto per la causa anche a Frosinone come aveva fatto in ogni altra sua avventura in panchina.

Nelle prime otto giornate, il Frosinone si rivelò la sorpresa del campionato raggiungendo addirittura l’ottavo posto, mentre nel girone di ritorno il Frosinone ha vinto solamente tre partite e raccolto appena 16 punti, con 2 persi all'ultimo minuto nelle gare contro Cagliari e Juventus (e a conti fatti saranno questi 2 a fare tutta la differenza del mondo): dalle stelle alle stalle, con il pianto finale di Di Francesco che rimane l‘istantanea incancellabile di tutta una stagione che parlava di un sogno trasformato poi in incubo diventato inaspettatamente realtà.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le lacrime del pescarese Eusebio Di Francesco per la retrocessione fanno il giro del web

IlPescara è in caricamento