rotate-mobile
Giovedì, 1 Dicembre 2022
Calcio

Eccellenza: Il Delfino Curi Pescara al Circus con calciatori e studenti

Domani sera lo spettacolo teatrale (sold out) in occasione della Giornata mondiale per l’eliminazione della violenza contro le donne. Croce e Martorella: "Grazie a chi ha creduto in questa idea. Per noi lo sport è cultura"

Si sta per alzare il sipario al Circus: domani sera alle 20.45 appuntamento con lo spettacolo teatrale di Giampiero Mancini e della sua compagnia di attori, “Natura morta in un fosso”, organizzato e promosso dalla società Il Delfino Curi Pescara in occasione della giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, ricorrenza istituita dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite nella giornata del 25 novembre. Da diversi giorni ormai il teatro cittadino è pieno in ogni ordine di posto. All’invito della società hanno risposto con entusiasmo, e garantendo massima partecipazione, non solo tutti i membri della grande famiglia Curi, calciatori, famiglie, tecnici e dirigenti, ma anche i dirigenti delle scuole superiori cittadine, con i loro studenti, le società sportive del territorio, Pescara Calcio in primis, e i partner del Mondo Curi (come la Fidas). Volatilizzati così in pochi giorni gli ottocento posti a sedere del Circus. L’ingresso all’evento sarà, come già ricordato nei precedenti comunicati, assolutamente gratuito e a carico del club Il Delfino Curi Pescara, che investe sulla cultura, sulla socialità, sulla formazione dei suoi membri e della comunità sportiva e scolastica della città. Basta questo per spiegare il perché del motto “Curi Cares”, coniato dal presidente Curi, Antonio Martorella, all’inizio del suo mandato.

“Considerato il nostro impegno di operare non solo nel mondo dello sport ma anche nella società civile cittadina - dice il vicepresidente, Avvocato Claudio Croce, che è anche consigliere comunale - dopo un contatto con la compagnia teatrale del noto attore pescarese Giampiero Mancini, che sta portando in giro per l’Italia lo spettacolo dedicato al tema del femminicidio, “Natura morta in un fosso”, abbiamo deciso di ingaggiare noi la compagnia teatrale e di regalare questa serata ai nostri ragazzi e alle loro famiglie, ma anche a tutto il mondo sportivo e giovanile cittadino. La risposta è stata entusiasmante, non avremmo mai pensato di ricevere tanti consensi e avere tanta partecipazione. Per questo, ci tengo a ringraziare a nome di tutta la società, dal patron Paluzzi in primis, tutte le realtà che in questi giorni ci hanno accolto e hanno aderito all’iniziativa. La Fondazione PescarAbruzzo, nella figura di Nicola Mattoscio, il Dott. De Feo, i dirigenti e i professori delle scuole superiori cittadine, la Fidas, la Pescara Calcio, le altre società sportive, e le autorità locali. Ricordo, infine, che interverrà il Pubblico Ministero, Dr.ssa Anna Rita Mantini, quale coordinatrice del GAV Gruppo Antiviolenza”.

Così il presidente Curi Martorella: "Con gli altri soci Stefano Sasso e Alberto Agresta ci riconosciamo in una visione per la quale vogliamo essere attori nella polis che abitiamo. Siamo per il calcio oltre il calcio. Dopo tante iniziative sociali e benefiche, ora vogliamo, attraverso il teatro, parlare ai ragazzi, domani sera, martedì 22 novembre, di violenza contro le donne. Siamo certi che chi assisterà allo spettacolo prenderà un cazzotto nello stomaco che non lo lascerà indifferente e tornerà a casa con un rinnovato gusto per la bellezza della vita. Vogliamo essere ponte tra mondo dello sport e mondo della scuola, che a volte faticano a dialogare, anche se negli ultimi anni le cose vanno molto meglio. Uno dei miei maestri, Luciano Russi, mi incise l’anima con una frase che mi ha cambiato la vita: lo sport e la cultura confluiscono nello stesso concetto sin dai tempi dell’antica Grecia che ha inventato i Giochi Olimpici: sport è cultura!".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Eccellenza: Il Delfino Curi Pescara al Circus con calciatori e studenti

IlPescara è in caricamento