Calcio

Il Delfino Curi Pescara ci crede fino alla fine: 1 a 1 contro il Casalbordino

Succede tutto nel secondo tempo nell'anticipo della terza giornata di Eccellenza. Gobbo risponde a Zinni nei minuti finali. Pescaresi a quota 5 punti in classifica

Un pareggio in extremis per Il Delfino Curi Pescara in casa contro il Casalbordino. Gli uomini di Bonati con l'idea di continuare l'ottimo avvio di stagione e sognare, almeno per un giorno, il primo posto. Ospiti vogliosi di bissare il successo di domenica scorsa ai danni della Bacigalupo Vasto Marina, con Soria che per l'occasione non puo disporre di Mangiacasale e Spadafora e punta sulla esperienza di Salerno assistito dalla freschezza di De Santis e Zinni.
Assenza importante anche per i portuali, Petrarulo non al meglio per un duro scontro ricevuto a Giulianova, Di Giovacchino prima punta con l'innesto sulla trequarti di Tamborriello che esordisce dal primo minuto. Agli ordini del fischietto vastese Patrizio Novelli, la prima frazione si apre con il destro al volo di Massa che termina di poco alto sulla traversa. Lo stesso numero 99 ci prova poco dopo da punizione: centrale. La gara inizia ad accendersi, al ventitresimo occasionissima Delfino: Massa apparecchia per Tamborriello che si presenta a tu per tu con Tano ma è super l'estremo ospite nel rispondere. Capovolgimento di fronte, De Santis serve Fiore che da ottima posizione butta alle ortiche il contropiede.
Di occasioni se ne vedono davvero poche, Salerno ciabatta da ottima posizione e cala il sipario sulla prima frazione. Nella ripresa, al terzo Lupo ci prova in girata, fuori di poco. Poi grande dialogo tra Salerno e Fricano, quest'ultimo va alla conclusione. Calore attento smanaccia in corner. Il match si sblocca al diciannovesimo, grande velo di Salerno, Sabatini scivola lasciando una prateria a De Santis, cross al bacio per Zinni che attacca il centro dell'area ed in scivolata segna lo 0-1. La risposta del Delfino sta tutta nella gran punizione di Sabatini a cui Tano deve rispondere da campione. All'85 pallone allargato sulla destra, Gobbo aggancia, rientra con il mancino e lascia partire un fendente imparabile: palla sotto l'incrocio a togliere le ragnatele e pareggio portuale. Nel finale ci provano in ordine Salerno con una bellissima rovesciata e Rosini con un colpo di testa senza cambiare il risultato. Termina dunque cosi, un pareggio giusto in una partita molto tattica che ha dato poco spazio a sortite individuali. 
Il Delfino Curi Pescara (4-3-3): Calore, Sabatini, Paolilli (37'st Palmisano), Giannini (22'st Palmaricciotti), Cozzi; Marzucco, Lupo (26'st Rosini), Tamborriello (21'st Di Stefano); Gobbo, Massa (21'st Petrarulo), Di Giovacchino. A disp. Santoro, Demurtas, Starnieri, Di Nisio. Allenatore Bonati.
Casalbordino (4-4-2): Tano, Tizzani, Nazari, D'Adamo, Fusaro; De Santis (45'st Spadafora), Gagliano, Fricano, Zinni (45'st Galante); Fiore (5'st Trisi), Salerno. A disp. Drame, Romano, Di Pasquale, Quero, Ciancaglini, Annunziata.
Allenatore Soria.
Arbitro Novelli di Vasto (Habazaj-Abdulzahara, L'Aquila).
Reti: 19'st Zinni (C), 40'st Gobbo (DCP).
Note: ammoniti Lupo, Gagliano, Fusaro, Fiore, Zinni; Calci d'angolo 5-8; recupero 1'pt, 4'st.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Delfino Curi Pescara ci crede fino alla fine: 1 a 1 contro il Casalbordino

IlPescara è in caricamento