rotate-mobile
Domenica, 16 Gennaio 2022
Calcio

"Il Delfino Curi Pescara in linea con i programmi: avanti con i giovani"

Il vice presidente della società pescarese Stefano Sasso fa un bilancio sui primi mesi della nuova società e sul girone d'andata della squadra di Bonati: "Oggi saremmo salvi, nel ritorno sarà dura, ma i ragazzi cresceranno e centreranno la salvezza"

Sta per andare agli archivi un 2021 storico per il calcio dilettantistico pescarese, che grazie alla fusione tra Mondo Curi e Delfino ha ritrovato una squadra in Eccellenza, massimo campionato regionale, e una realtà sportiva che raduna, dai più piccoli fino alla prima squadra, circa 400 tesserati. Il vice presidente del Delfino Curi Pescara, Stefano Sasso, traccia il suo personale bilancio dei primi mesi di questa nuova famiglia calcistica.

“Do un giudizio positivo al nuovo corso – ha detto Sasso – , le due realtà si sono fuse bene, hanno stessi obiettivi strategici e la stessa filosofia di gestione di settore giovanile e prima squadra. Che è lo sfogo naturale di tutto il lavoro fatto nelle annate precedenti. Noi del Mondo Curi abbiamo trovato il tassello che ci mancava, che in passato avevamo già cercato con altre società. Con il patron Paluzzi abbiamo trovato il giusto partner per abbinare le nostre risorse di settore giovanile. Avere una prima squadra che punta forte sui giovani per noi è la giusta valorizzazione di quello che si fa nelle categorie inferiori. Idealmente, un ragazzo può passare tutta la sua vita calcistica nella nostra società: sarebbe molto bello. E’ un periodo difficile, naturalmente, perché questa fusione è nata in piena pandemia e tutto il lavoro è condizionato da questo problema. Molti bambini e ragazzi si sono fermati, hanno lasciato lo sport e perso stimoli. Piano piano stiamo cercando di recuperare. Per le generazioni più giovani, questo momento storico è stato traumatico. Per noi, però, sport e scuola sono i capisaldi della crescita dei bimbi e dei ragazzi, per formare gli uomini del futuro. E vogliamo forgiare non per forza calciatori professionisti, ma uomini sani e con valori importanti”.

Il settore giovanile ha ripreso a girare a pieno regime: “Le varie squadre stanno rispettando gli obiettivi. Quelle in età lottano per passare la prima fase e giocarsi i titoli regionali Under 15, Under 17 e Under 19. Quelle sotto età lotteranno per la salvezza, ma hanno tutte le carte in regola per mantenere il titolo, che è l’obiettivo del nostro progetto biennale. Siamo sulla strada giusta”.

Fondamentale anche la prima squadra, che ha girato a 20 punti alla fine dell’andata: “La squadra sta rispecchiando gli obiettivi fissati in estate. Una squadra così composta non può non soffrire il peccato di gioventù, ma questo per noi è il modo migliore di affrontare l’Eccellenza, che dev’essere una vetrina. Bonati sta facendo benissimo il suo lavoro, come sempre. Oggi saremmo salvi – il bilancio di Sasso – . I venti punti in proiezione potrebbero essere il punteggio giusto per mantenere la categoria. Sarà difficile e dovremo lottare fino alla fine. I ragazzi con il tempo cresceranno e faranno sempre meglio, potranno mettersi in mostra e magari qualcuno verrà anche visto da società più importanti. Soffriamo in certe partite, in questo campionato ci sono quattro, cinque squadre con rose fuori concorso. Abbiamo una delle migliori difese e ce la giochiamo con tutti. Siamo fiduciosi”.

Il Delfino Curi Pescara sempre all’avanguardia nell’opera sociale di aiuto alla città: la donazione per la Pineta dopo l’incendio, la partnership con la Fidas, l’evento di domenica 19 dicembre con i Runners Pescara e altri progetti solidali in cantiere: “Siamo tutti ragazzi amici di Pescara, siamo legati alla città e introdotti nel tessuto sociale pescarese. Siamo consapevoli di essere fortunati e, per questo, una realtà come la nostra, con quattrocento tesserati sul territorio, con la prima squadra che è la più importante in città nel panorama dilettantistico, non può non donare qualcosa alle categorie più deboli e in difficoltà. Tra i nostri valori, al vertice c’è la solidarietà. Quando possiamo dare una mano, siamo orgogliosi di contribuire”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Il Delfino Curi Pescara in linea con i programmi: avanti con i giovani"

IlPescara è in caricamento