rotate-mobile
Calcio

Cosenza Pescara: le pagelle

La squadra stenta a ritrovarsi. Giocate prevedibili e condizione fisica approssimativa. Male il centrocampo. Gravillon una spanna sopra gli altri

FIORILLO: Più che papera, sarebbe meglio usare il termine "infortunio". Complice il terreno di gioco gibboso. Se comincia a vacillare anche lui, siamo nei guai. VOTO: 5

CIOFANI: Lento e macchinoso. La sua prestazione negativa trasforma Maniero in un funambolico attaccante. Per fermarlo usa soltanto le maniere forti. VOTO: 4,5

CRECCO (dal 79°): L'unico a crederci e a lottare. Energia e spinta a profusione, iniziative personali, un gol rapinoso e rocambolesco. Un defibrillatore che scuote e salva il Delfino. VOTO: 7

GRAVILLON: Preciso, puntuale negli inserimenti, brucia sul tempo gli avversari e sbriglia le situazioni complicate con una calma olimpica. Talento puro. VOTO: 7

CAMPAGNARO: E' esagerato parlare di prestazione esaltante, ma è stata pur sempre una gara condotta senza troppi fronzoli, ordinata e soprattutto efficace. VOTO: 6,5

BALZANO: Corre a vuoto nelle praterie, finendo per perdersi sul più bello. Soffre nel secondo tempo l'assenza di Antonucci, restando nel finale a corto di fiato. VOTO: 5,5

MEMUSHAJ: Mira da rivedere. Gambe pesanti, appare stanco fisicamente e mentalmente. Un pesce fuor d'acqua che annaspa affannosamente. VOTO: 5

BRUGMAN: Il faro si è spento. Una preoccupante involuzione che incide negativamente nella costruzione della manovra. Va detto però che non era al top. VOTO: 5

MACHIN: Nel primo tratto di partita è tonico, vivace e propositivo. Poi si smarrisce e si complica la vita tentando le giocate di fino. Ci vuole più sostanza e meno forma. VOTO: 5,5

MARRAS: Il suo ruolo nel 4-3-3 è fondamentale. Mancuso prima e Monachello poi restano a guardare i suoi vani tentativi di assist. Gli avversari stanno imparando come contenerlo. VOTO: 5

DEL SOLE (dal 66°): Finalmente è arrivato il suo momento. Purtroppo capita nella partita peggiore, contro un avversario che chiude bene gli spazi. Rimandato alla prossima. VOTO: 5,5

MANCUSO: Parte al centro, poi si sposta lateralmente e infine arretra di qualche metro. Nessuno lo vede. Qualcuno gli dica realmente dove deve giocare. VOTO: 5

ANTONUCCI: Personalità, qualche eccesso di sicurezza ma soprattutto tanta vitalità. L'unico a mettersi in evidenza nell'undici con il freno tirato. Esce solo per problemi muscolari. VOTO: 6,5

MONACHELLO (dal 46°): Una sola occasione, sciupata malamente. Prestazione in linea con i suoi compagni di reparto. E dire che quelli del Cosenza non hanno fatto nulla di straordinario. VOTO: 5

PILLON: Capisce da subito che qualcosa non va e tenta di cambiare le carte in tavola. Il pareggio ottenuto premia le sue scelte, ma sotto i baffi c'è poco da sorridere. VOTO: 6  

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cosenza Pescara: le pagelle

IlPescara è in caricamento