rotate-mobile
Calcio

Coppa Italia: Spezia batte Pescara 3-0, la rivincita di Stroppa

L'ex allenatore biancazzurro Giovanni Stroppa si "vendica" e rimanda il Delfino a casa. La squadra ligure vola agli ottavi, dove dovrà vedersela con il Milan

E' lo Spezia la prima squadra a staccare il biglietto per gli ottavi di finale della Tim Cup. L'undici dell'ex tecnico Giovanni Stroppa ha superato 3-0 il Pescara in una partita che si e' subito incanalata verso i liguri, in vantaggio dopo pochi minuti e successivamente in doppia superiorita' numerica per le espulsioni dei pescaresi Zuparic e Cutolo e gia' praticamente chiusa alla fine del primo tempo dopo il raddoppio di un altro ex: Marco Sansovini. Nel finale del match la terza rete di Rivas. Agli ottavi, Stroppa tornera' da avversario su un campo a lui ben conosciuto, il "Meazza" del "suo" Milan. Una bella rivincita per Stroppa nei confronti del Pescara, che a novembre 2012 lo costrinse alle dimissioni dopo la sconfitta contro il Siena. Gli abruzzesi hanno letteralmente perso la testa, finendo in 9 dopo appena mezz'ora di gioco.

IL MATCH - Al primo affondo lo Spezia passa in vantaggio. All'8' Ebagua, dal limite calcia di sinistro al volo di controbalzo su passaggio di capitan Sansovini. Due minuti piu' tardi e' ancora Ebagua a rendersi pericoloso, ma la sua conclusione e' rimpallata da Schiavi, con Pigliacelli che blocca senza troppi problemi. Al 16' azione personale di Sforzini. Il suo tiro e' parato in due tempi da Valentini. Lo stesso attaccante pescarese poco dopo colpisce la traversa di testa su cross di Cutolo, ma in posizione di offside. Proteste del pubblico spezzino per un intervento con il braccio di Bocchetti in area su cross dalla destra di Ebagua. Pescara in dieci per l'espulsione di Zuparic. Il croato nel giro di due minuti ha collezionato due cartellini gialli. Al 28' proteste dei pescaresi per un fallo di mano in area di Bovo. Le vibranti proteste portano all'espulsione di Cutolo che avrebbe usato parole irriguardose nei confronti dell'arbitro, rilevate dall'assistente Schenone. Dunque Pescara in nove e sotto di un gol. Al 43' traversa colpita di testa da Sammarco su azione da calcio d'angolo. Allo scadere del primo tempo tap-in vincente di Sansovini sulla respinta di Pigliacelli sulla girata al volo dello stesso capitano spezzino che, poi, non esulta visto il suo ruolo di ex.

SECONDO TEMPO - Al rientro in campo, Spezia con il giovane Orsic al posto di Borghese con un 4-3-3, con il croato a completare il tridente offensivo con Sansovini ed Ebagua. E Orsic si mette subito in evidenza con una conclusione alta ed un assist per Ebagua. Al 4' cambio anche per il Pescara con Zauri al posto dell'infortunato Cosic. Al 12' doppia sostituzione, Rivas per Ebagua nello Spezia e Capuano per Schiavi tra gli adriatici. Il match si gioca in una sola meta' campo, quella del Pescara, con il possesso palla dello Spezia. Pigliacelli ancora protagonista, salva in corner prima su Orsic e dopo su Madonna ma nulla puo' al 43' sulla conclusione di Rivas che sigla il 3-0. La partita si conclude con le curve delle aquile in festa che cantano "Andiamo a San Siro" per gli ottavi di finale contro il Milan.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coppa Italia: Spezia batte Pescara 3-0, la rivincita di Stroppa

IlPescara è in caricamento