menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Como-Pescara 0-2 | Doppio Lapadula su quel ramo del lago

Il Delfino sbriga in fretta la pratica lariana e liquida già nel primo tempo i lombardi, fanalino di coda, imponendosi al Sinigaglia grazie a una doppietta di Lapadula

Il Pescara sbriga in fretta la pratica Como grazie a Lapadula e liquida già nel primo tempo i lombardi, fanalino di coda, imponendosi al Sinigaglia per 2-0. Tutto merito, appunto, di una doppietta dell'attaccante ex Teramo, sempre più punto di riferimento per la compagine di Oddo.

Una vittoria era decisamente quello che ci voleva per ripartire dopo i due passi falsi contro Novara e Ternana. La gara, in omaggio alle vittime di Parigi, è stata preceduta dall'esecuzione dell'inno francese mentre le squadre entravano in campo, e da un minuto di silenzio.

IL MATCH - Il primo squillo del Delfino arriva al 10': ottimo lo spunto di Benali, che consente a Lapadula di anticipare Borghese con un piatto destro alle spalle di Crispino. La reazione dei padroni di casa si verifica tre minuti dopo: Ebagua, su errore di Campagnaro, cerca l'incrocio dei pali ma non fa i conti con "il solito" Fiorillo, che mette la sfera in calcio d'angolo. Per la cronaca, anche oggi l'estremo difensore biancazzurro è stato uno dei migliori.

Al 44' c'è il raddoppio di Lapadula: pallone spizzato in mischia con il destro sul secondo legno, lì dove il portiere avversario non può proprio arrivare. Gli abruzzesi festeggiano l'intervallo con un comodo vantaggio e, nella ripresa, devono solo amministrare il risultato: al 17' Fiorillo para abilmente una punizione lariana, ripetendosi al 19' quando salva su tocco sporco di Gerardi. Quest'ultimo ci prova ancora allo scadere, ma il suo tentativo finisce a pochi centimetri dalla porta. L'incontro si conclude così: il Pescara sale a quota 21 punti e si prepara per accogliere l'Avellino all'Adriatico nel match previsto in serale venerdì 20 novembre.

COMO (4-3-1-2): Crispino; Madonna (dal 35′ st Bentivegna), Borghese (dal 32′ pt Cassetti), Giosa, Garcia Tena; Casoli, Benedicic, Bessa; Sbaffo (dal 7′ st Gerardi); Ebagua, Ganz. A disp.: Andrenacci, Ambrosini, Nrow, Minotti, Scapuzzi, Jakimovski. All. Festa.

PESCARA (4-3-1-2): Fiorillo; Zampano, Campagnaro (dal 21′ st Fiamozzi), Zuparic, Crescenzi; Selasi, Torreira (dal 36′ st Bulevardi), Memushaj; Benali (dal 18′ st Bruno); Lapadula, Caprari. A disp.: Aresti, Sansovini, Cocco, Mignanelli, Valoti, Mitrita. All. Oddo.

Arbitro: Saia Francesco di Palermo

Assistenti: Colella Giovanni e Raspollini Edoardo

Rete: 10′ pt Lapadula, 44′ pt Lapadula

Ammonito: Borghese, Sbaffo, Fiorillo, Cassetti, Selasi, Giosa

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento