Venerdì, 15 Ottobre 2021
Calcio

Torna la febbre da Pescara: a Verona contro il Chievo ci saranno 400 tifosi

Il match sarà diretto da Claudio Gavillucci di Latina. Intanto il difensore biancazzurro Stendardo interviene sulla metodologia di lavoro del neo tecnico Zdenek Zeman: "I gradoni? Saranno utili e ci porteranno benefici fisici"

Con il ritorno di Zeman in panchina, e soprattutto con l'arrivo della prima vittoria in Serie A, è di nuovo febbre da Pescara: a Verona, per assistere alla gara dei biancazzurri contro il Chievo, ci saranno quasi 400 tifosi, che raggiungeranno il Bentegodi a bordo di tre autobus, nonchè vari pulmini e auto private. Il match sarà diretto da Claudio Gavillucci di Latina, coadiuvato da Damiano di Iorio e Stefano Liberti; addizionali Paolo Silvio Mazzoleni di Bergamo e Valerio Marini di Roma 1, quarto ufficiale Filippo Valeriani di Ravenna. 

GRADONI FOREVER - Intanto ieri sera, nel corso di un evento organizzato allo Store ufficiale del Pescara, il difensore Guglielmo Stendardo e l'attaccante Alberto Cerri, autore di una doppietta nella trionfale sfida con il Genoa, hanno raccontato quanto accaduto martedì pomeriggio al Poggio degli Ulivi, quando per la prima volta i giocatori hanno dovuto affrontare i fatidici gradoni tanto cari al tecnico boemo: "Sono pesanti però si fanno, e spero che possano servire per la gara di domenica a Verona", ha detto Cerri, che non conosceva i gradoni ma li ha accolti favorevolmente.

E Stendardo ha aggiunto: "Penso che sia un metodo nuovo per noi calciatori quest'anno, ma sono convinto si tratti di una metodologia di allenamento che ci porterà dei benefici fisici. È un allenamento diverso. Sono sicuro, però, che questi carichi di lavoro ci porteranno benefici nel prosieguo della stagione". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torna la febbre da Pescara: a Verona contro il Chievo ci saranno 400 tifosi

IlPescara è in caricamento