rotate-mobile
Calcio

Pescara, una squadra in partenza: tutti i giocatori sul mercato

Marilungo ha detto sì al Teramo, Radaelli va in serie D. Valdifiori piace a Palermo e Avellino. Intanto Frascatore dice no ai cugini biancorossi e attende un'altra chance. Sono molti i giocatori che potrebbero partire entro fine mese

Una squadra in partenza. Il Pescara ha undici giocatori con la valigia pronta. Il primo a partire sarà Guido Marilungo: ha accettato la proposta del Teramo e nelle prossime ore vestirà la maglia dei cugini. Sembrava avere lo stesso futuro Paolo Frascatore, ma il difensore ha detto no alla chiamata dei biancorossi: sta aspettando qualche soluzione più allettante, preoccupato dal caos societario in casa teramana.

Sono tanti i movimenti previsti in casa biancazzurra, soprattutto in uscita. Sanogo torna al Benevento, messo alla porta Galano Galano, che ha ricevuto qualche timido sondaggio da società di B e dal Bari: sta riflettendo, ma nei prossimi giorni dovrà prendere una decisione e pianificare il suo futuro.

Anche Nzita potrebbe uscire dall’organico biancazzurro: il terzino belga non andrà via per restare in C. Ha delle possibilità in B e soprattutto all’estero (i francesi del Sochaux). Mirko Valdifiori è un altro giocatore che nei prossimi giorni dovrà salutare Pescara: il 35enne ex Napoli è in scadenza e la società lo libererà senza alcuna resistenza: per lui si stanno facendo avanti piazze importanti, come Palermo e Avellino (e Sudtirol).

Avventura al capolinea forse anche per Giuseppe Rizzo: il siciliano ha delle alternative per evitare di passare i prossimi sei mesi in panchina come riserva di Pompetti, Memu, Diambo e De Risio. Tra i giocatori di proprietà del Delfino, c’è anche l’ex laziale Luca Crecco, attualmente in prestito al Vicenza: il centrocampista è sulla lista dei partenti, ma non rientrerà alla base (anche perché non vorrebbe giocare in C). La società al lavoro anche per trovare a lui una sistemazione adeguata. Tutto fatto per il passaggio del portiere Radaelli a titolo definitivo all’Alcione Milano, in serie D. Da valutare il futuro di Di Gennaro quando l’ex titolare tra i pali del Delfino avrà definitivamente smaltito il grave infortunio alla spalla di qualche tempo fa.

Tanto lavoro da fare anche in attacco. Detto di Galano e Marilungo, sicuri partenti entro la fine della sessione di mercato. La società potrebbe cambiare ancora nel reparto, seguendo le indicazioni di Auteri. Milos Bocic sicuramente cambierà casacca: il giovane di origini serbe non è riuscito ad imporsi nemmeno in C con la maglia biancazzurra. Ha bisogno di fare esperienza e giocare con continuità, in una realtà con meno concorrenza e meno pressioni. Nel girone A ha degli estimatori dopo i sei mesi trascorsi alla Pro Sesto. Piace al Mantova. E anche in Serbia, club di massima serie lo seguono con attenzione. Non va esclusa una sua cessione a titolo definitivo.

Ultima pedina del reparto avanzato da valutare è De Marchi: l’ex Cittadella non è più un titolare fisso della formazione di Auteri, scavalcato dai gol di Ferrari e dal feeling crescente di quest’ultimo con Clemenza e D’Ursi. Il tecnico lo ha provato anche da punta esterna, ma l’esperimento non ha funzionato. In C, De Marchi ha tanti estimatori e troverebbe squadra in poche ore, se decidesse di andare via. La società, però, non è convinta di lasciarlo andare, e lo stesso attaccante vuole prima capire quali saranno le mosse del ds Matteassi per poi fare una valutazione. La società cerca una punta centrale che possa contendere la maglia con Ferrari: segnale chiaro che per De Marchi lo spazio nella seconda parte della stagione sarebbe davvero limitatissimo. Una sua partenza nei prossimi giorni va messa in cantiere.

Davanti, al netto degli arrivi dal mercato, con l’italoargentino, l’ex juventuno e il fedelissimo di Auteri, ci saranno anche Rauti, Chiarella e i giovani Delle Monache e Blanuta.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pescara, una squadra in partenza: tutti i giocatori sul mercato

IlPescara è in caricamento