rotate-mobile
Calcio

Cesena-Pescara, un posticipo da vincere assolutamente

Il Delfino affronta in trasferta il Cesena e deve vincere per scacciare i fantasmi di una possibile crisi. Zeman dall'Aquila incoraggia la squadra. Bisoli: "Sarà una gara difficile"

Il posticipo che questa sera metterà di fronte Cesena e Pescara è da considerarsi, per i biancazzurri, come il primo autentico crocevia della stagione. Se la formazione di Marino riuscirà a vincere, scaccerà i fantasmi di una possibile crisi e tornerà in corsa per risultati importanti. Altrimenti la situazione inizierà a farsi preoccupante. Questi i convocati dopo la rifinitura di ieri mattina:

PORTIERI: Belardi, Pelizzoli, Pigliacelli

DIFENSORI: Balzano, Bocchetti, Cosic, Zauri, Zuparic, Frascatore, Rossi, Schiavi

CENTROCAMPISTI: Fornito, Kabashi, Nielsen, Ragusa, Viviani, Rizzo

ATTACCANTI: Cutolo, Maniero, Padovan, Politano, Vukusic

Ironia della sorte, un possibile trionfo del Delfino darebbe una mano anche ai cugini del Lanciano, in quanto allontanerebbe il Cesena (attualmente a 12 punti) dalla vetta, temporaneamente occupata proprio dalla Virtus con 15 lunghezze.

QUI CESENA - Mister Bisoli ha manifestato la volontà di proseguire con la striscia positiva inanellata dalla sua squadra, e ha detto che stasera "ci vorrà attenzione per contrastare la forza di questo Pescara, partito con il favore dei pronostici e voglioso di riscattarsi dopo alcuni risultati negativi ottenuti nelle ultime giornate. Siamo consapevoli che sarà una gara difficile: loro hanno giocatori che possono fare male nelle ripartenze. Lotteremo su ogni pallone. Ci saranno alcune assenze, ma ho abituato i ragazzi ad adattarsi alle situazioni. Ho in mente varie soluzioni da sviluppare anche durante la partita”.

ZEMAN: "MI ASPETTAVO DI PIU' DAL PESCARA" - Ieri è tornato a parlare anche l'ex tecnico biancazzurro Zdenek Zeman, presente allo stadio "Fattori" dell'Aquila per assistere al match con il Viareggio. Alla domanda dei cronisti se il Pescara possa puntare alla promozione, il boemo ha risposto: "Lo spero, perché quella città mi è rimasta nel cuore. Per me è attrezzata per il salto, ma dipende: il calcio non è sempre regolare, mi auguro che ci riesca. Certamente dal Pescara mi aspettavo di più: la squadra è buona, spero che si riprenda".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cesena-Pescara, un posticipo da vincere assolutamente

IlPescara è in caricamento