menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Delfino Pescara: ieri l'assemblea, 30 giorni per trovare una soluzione

Altri 30 giorni a disposizione della società Delfino Pescara 1936 per ripianare la parte restante di debiti accumulata nel 2009. Ieri, infatti, c'è stata l'assemblea dei soci che ha visto ricapitalizzare, come previsto, il 70% delle quote, in attesa di una soluzione per la restante parte

E' stato prorogato di 30 giorni il termine ultimo per ricapitalizzare tutte le quote della Delfino Pescara 1936, e la restante parte di debiti non ancora saldata.

Ieri, infatti, presso l'Hotel Plaza di Pescara, si è svolta l'assembela dei soci, alla quale, com'era previsto, non hanno partecipato i cinque investitori, fra cui Sebastiani, che sembrano ormai decisi a lasciare la cordata che quasi un anno fa, salvò dal fallimento il Pescara.

Il debito accumulato nel 2009 è stato ripianato al 70%, mancano quindi 600 mila euro.

Sono diverse le ipotesi che a questo punto potrebbero sbloccare la situazione: un eventuale ripensamento di Sebastiani e degli altri soci che non ancora hanno ricapitalizzato, anche se sembrea un'ipotesi ormai tramontata, oppure l'ingresso di nuovi soci, con Renzetti che sembrerebbe pronto a fare la sua parte.

Le parole del patron De Cecco, però, sembrano rassicurare tutti i tifosi presenti, in ansia dopo un anno di serenità ed entusiasmo ritrovato.

L'ipotesi del fallimento sembra lontana.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento