Pescara calcio

Bari Pescara 0-2

Con una doppietta di Lorenzo Insigne i biancazzurri di Zeman vincono al San Nicola di Bari e salgono al secondo posto in classifica, ad una sola lunghezza dal Torino capolista

Lorenzo Insigne

Dopo aver espugnato il Bentegodi di Verona e il Rigamonti di Brescia, il Pescara esce con i 3 punti anche dal San Nicola di Bari, altro campo storicamente ostico per i colori biancazzurri. Grazie a un doppietta di Insigne il Pescara ora è secondo in classifica, a 25 punti, a una sola lunghezza dal Torino capolista. Zeman lascia inizialmente in panchina Verratti e in mediana, accanto a Cascione e Gessa, piazza nuovamente il brasiliano Togni. Per un guaio dell'ultimo minuto in porta gioca Pinsoglio e non Anania come annunciato alla vigilia del match. In attacco tocca Maniero sostituire il bomber Immobile. Il Bari di Torrente si affida a Kopunek per sostituire lo squalificato Donati e in attacco punta sul trio tutto fantasia, Rivas, Forestieri De Paula, alle spalle del centravanti Marotta.

 
MATCH Il Pescara parte subito forte e costringe sin dai primi minuti i padroni di casa a difendere. Di contro il Bari appare timoroso della freschezza e della vivacità di gioco degli abruzzesi.
 
Al 3' minuto è di Maniero il primo sussulto. Il centrvanti scuola Juve colpisce di testa un cross dalla destra di Zanon, ma la sfera rriva docile tra le braccia di Lamanna.
 
Al 12' Insigne prova la botta dalla distanza ma il portiere del Bari riesce a rifugiarsi in angolo. Il Pescara c'è e mette subito alle corde gli avversari.
 
Al 18' arriva il vantaggio: Insigne riceve palla da una rimessa laterale, si libera di un avversario, e da posizione defilata fredda Lamanna. Il Pescara continua ad aggredire gli avversari e a creare occasioni. Al 27' Togni con un gran botta da fuori impegna ancora il portiere biancorosso. Al 37' è ancora Insigne a far venire i brividi ai tifosi di casa.
L'11 biancazzurro, appena dentro l'area, prova il gol alla Del Piero, ma Lamanna non si fa sorprendere e si salva in angolo. L'unico segnale dei padroni di casa arriva sul finale con un colpo di testa di Marotta.
 
Ad inizio ripresa Torrente toglie De Paula e Kopunek per Stoian e Scavone. Il Bari sembra più determinato e comicia ad affacciarsi con più insistenza dalle parti di Pinsoglio. Dopo un tiro di Forestieri, parato ottimamente da Pinsoglio, il Pescara al 66' raddoppia. Servito perfettamente da Kone, Insigne fredda con un preciso destro Lamanna e mette in ghiaccio la vittoria biancazzurra. 
 
LA SVOLTA DEL MATCH Il Pescara riesce sin dai primi minuti ad indirizzare la gara a proprio favore mettendo alle corde i padroni di casa. La fluidità di gioco della banda di Zeman mette in crisi e in apprensione la retroguardia di Torrente dalle prime battute di gioco.
 
LE INTERVISTE DEL DOPO GARA
 
Zeman: "Abbiamo fatto una buona partita, il campo pesante ci ha un pò penalizzato, ma sono comunque contento della vittoria. Stiamo facendo bene, la serie A non mi manca, per adesso sto benissimo a Pescara".
 
Torrente: "Abbiamo giocato un bruttissimo primo tempo. Nella ripresa abbiamo provato a reagire ma il secondo gol del Pescara ha chiuso definitivamente la gara. Dobbiamo migliorare in personalità".
 
TABELLINO
 

Bari (4-2-3-1): Lamanna; Dos Santos, Polenta, Borghese, Crescenzi; De Falco, Kopunek (46' Scavone); Rivas (68' Caputo), Forestieri, De Paula (46' Stoian); Marotta. Allenatore: Vincenzo Torrente 5



Pescara (4-3-3): Pinsoglio; Zanon, Brosco, Capuano, Balzano; Gessa (53' Kone), Togni, Cascione; Sansovini (58' Soddimo), Maniero (78' Verratti), Insigne. Allenatore: Zdenek Zeman

LE PAGELLE

 

 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

IlPescara è in caricamento