rotate-mobile
Calcio

Allegri e Sarri: la lotta Scudetto dai risvolti e ricordi biancazzurri

Che sia Juve o Napoli, poco importa. Il nostalgico tifoso pescarese vede il prossimo scudetto con leggere sfumature biancazzurre. Intervista al giornalista sportivo Pierpaolo Marchetti, firma de "Il Messaggero"

Colpa del passato che lega Massimiliano Allegri e Maurizio Sarri al Delfino, mantenendo viva la memoria collegata ai loro trascorsi in riva all'Adriatico. L'attuale allenatore dei bianconeri ha trascorso a Pescara anni fantastici da calciatore, alla corte del suo mentore Giovanni Galeone. Il tecnico dei partenopei è transitato dalle nostre parti nella stagione 2005-2006, al suo esordio su una panchina di serie B. Entrambi hanno lasciato un'impronta ben marcata del loro passaggio nella città che li ha consacrati al ruolo di predestinati, in un ambiente che non perdona e non fa sconti a nessuno.

Qui, oltre a piacevoli ricordi, restano ancora intatti rapporti di amicizia che rafforzano questo legame indissolubile con Pescara e i pescaresi. Pierpaolo Marchetti, autorevole firma de "Il Messaggero", conserva ancora un rapporto privilegiato sia con il conte Max che con mister Diabolik. "Un simbolico titolo nobiliare che Allegri si è guadagnato sul campo, per il suo stile di gioco elegante e di classe, mentre Sarri è stato associato al personaggio dei fumetti per questa sua mania dell'abbigliamento rigorosamente nero".

Il giornalista sportivo ci svela alcuni particolari legati all'aspetto umano e caratteriale dei due personaggi del momento. Marchetti ricorda:

"Mi è capitato spesso di cenare con loro e col tempo ho sviluppato e approfondito la conoscenza con questi autentici professionisti. Anche al ristorante il principale argomento di conversazione resta il calcio, sviscerato però in maniera differente. Allegri predilige parlare di giocatori, soffermandosi sulle varie caratteristiche individuali. Sarri invece, ama discutere di moduli utilizzando le posate come pedine per disegnare schemi e movimenti. Vedere una sovrapposizione tra forchetta e coltello, con il bicchiere che fa la diagonale, è qualcosa di straordinario"

La scaramanzia è una forma di supertizione che li accomuna.

"Guai ad aggiungere un posto a tavola quando c'è Max. Il numero e la disposizione dei commensali non deve mai cambiare. Maurizio, almeno a Pescara, indossava sempre un completo nero durante le partite, pretendendo che anche i calciatori calzassero scarpe scure e senza loghi o scritte di diverso colore"

In questi giorni le conversazioni al telefono con Sarri si sono ridotte:

"Sta vivendo con troppa pressione questo momento - prosegue Marchetti - e tende ad isolarsi di più, essendo lui un antipersonaggio un po' disincantato e apparentemente scorbutico. Allegri è diverso e non avverte il peso mediatico e le critiche pretestuose. Tutti e due sanno gestire lo spogliatoio e dopo tanta gavetta comune li trovo decisamente più maturi e responsabili. Il Napoli lo vedo leggermente favorito, nonostante lo svantaggio in classifica, in virtù di un calendario favorevole. È una squadra in piena forma che gioca quasi a memoria anche se nella sua esperienza pescarese ricordo un Sarri più votato alla fase difensiva che al gioco spregiudicato. Quando venne sostituito da Ballardini ci fu quasi una rivoluzione da parte dei giocatori, abituati al suo classico 4-3-2-1. A parer mio, Allegri è fuori discussione ma a Torino gli rinfacciano la sua precedente esperienza al Milan e le sue esternazioni dopo il famoso gol di Muntari".

Alla domanda se con entrambi ha mai accennato qualcosa sul momento attuale del Pescara, il nostro Pierpaolo si lascia andare ad una scottante rivelazione:

"Sarri chiede, si documenta e si informa costantemente, ma Allegri mi sembra più coinvolto quando si parla della squadra biancazzurra. Conosce bene Pillon, che è stato il suo allenatore nella Pistoiese e, se proprio vuoi saperla tutta, non risparmia feroci critiche all'operato della società di Sebastiani. Ma questo, magari, puoi anche ometterlo"

ALLE1-3

ALLE2-3

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Allegri e Sarri: la lotta Scudetto dai risvolti e ricordi biancazzurri

IlPescara è in caricamento