rotate-mobile
Calcio

Il pennese Faggioli spinge in vetta la Virtus Entella

Tre gol in dieci partite per l'attaccante 22enne vestino, l'anno scorso in doppia cifra con l'Ancona: è già un idolo dei tifosi liguri

Alessandro Faggioli is on fire: il bomber pennese della Virtus Entella comincia ad ingranare le marce alte anche nella sua nuova ambiziosa avventura con la società ligure. Dietro al primato nel girone B (a pari punti con il Gubbio) c’è anche l’exploit dell’attaccante abruzzese. Il 22enne arrivato l’estate scorsa dall’Ancona, legato al club di Chiavari da un importante triennale, ha segnato due gol consecutivi in una settimana, che hanno portato sei punti alla squadra di Volpe. L’ultimo proprio alla sua vecchia squadra, celebrato infatti come da copione senza esagerare nelle esultanze, per rispetto della società che lo ha fatto decollare nel calcio professionistico. Dopo i 14 gol di Ancona dell’anno scorso, sono già 3 dopo 10 giornate a Chiavari. Personalità e lucidità. Ma non solo: Faggioli si sta confermando un professionista esemplare: in testa ha solo l’obiettivo di vincere il campionato ed è totalmente concentrato sul traguardo.

A Chiavari si è integrato rapidamente. Con lui c’è la ragazza Giulia. “Umiltà, dedizione, perseveranza sono le sue virtù che si stanno confermando anche con la maglia della Virtus Entella”, ci dice Tiziano Lauducci, uno dei suoi amici più stretti nel mondo del calcio, collaboratore dei suoi manager della GG11. “Alessandro è benvoluto dalla piazza e dai compagni di squadra. Non si è mai tirato indietro, in ogni occasione dimostra il suo spirito di sacrificio per la squadra, non ha mai tolto il piede da un contrasto de tutti lo stanno apprezzando”, aggiunge Lauducci, sempre in contatto anche con gli agenti del bomber pennesi.

Faggioli, cresciuto nel Penne, prima di passare al Loreto Aprutino, al Teramo e al Pescara, non dimentica mai le sue origini: “Segue il Penne a distanza, ogni fine settimana vuole sempre sapere il risultato dei biancorossi”. Un modo per restare legato alla sua storia anche calcistica, sofferta, ma meritata. Ora davanti c’è il grande traguardo della serie B, da raggiungere con la maglia biancoceleste dell’Entella, che da pochi giorni è anche la maglia dell’uruguaiano Gaston Ramirez, ex Samp e Monza (era svincolato, acquistato per sostituire l’ex pescarese Clemenza, che ha subito un grave infortunio), uno che potrebbe metterlo ancora più spesso davanti alla porta.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il pennese Faggioli spinge in vetta la Virtus Entella

IlPescara è in caricamento