rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Sport Stadio

Morte Morosini, un anno fa il dramma: Pescara gli intitola la curva

Era il 14 aprile 2012 quando sul campo dell'Adriatico di Pescara Morosini crollava a terra. "Aspettiamo che venga applicata la direttiva Balduzzi per i defibrillatori su tutti i campi: mancano i decreti attuativi", dice oggi il presidente della Federazione medici sportivi

Era il 14 aprile del 2012 quando sul campo dell'Adriatico di Pescara Piermario Morosini crollava a terra, tra la disperazione dei compagni. "Aspettiamo che venga applicata la direttiva Balduzzi per i defibrillatori su tutti i campi: mancano i decreti attuativi", dice Maurizio Casasco, presidente della Federazione medici sportivi. Perchè quest'anno è servito a dire molte cose, a organizzarne altre, e a ripercorrere film già visti come quelli della burocrazia.

Ma anche a riordinare le idee, per aggiungere a un sistema di prevenzione e controllo che Casasco assicura all'avanguardia un ulteriore passo avanti nella cultura della sicurezza. "L'Italia è un Paese all'avanguardia, l'unico che ha una legge di Stato: da noi nel 1957 nacque la medicina dello sport. La tragedia che ha colpito Morosini ha comunque portato una grande sicurezza", dice un anno dopo Casasco.

"Gli aspetti che per noi restano irrinunciabili - spiega Casasco - sono prevenzione e formazione. Se ci sono, le risorse andrebbero investite su questi due aspetti. Va sempre ricordato che l'Italia nella prevenzione vanta un'eccellenza assoluta. Nel mondo il rapporto delle morti improvvise è di una su 100-300mila, da noi una su un milione, un milione e mezzo. E' un rapporto straordinario: siamo antesignani nella legge e, come federazione medico-sportivo, anche nelle linee-guida. Lo screening resta fondamentale come processo di prevenzione. Nel calcio professionistico, dal caso di Curi e fino a Morosini, non è accaduto più nulla".

Domani il settore ospiti dello Stadio Adriatico di Pescara sarà intitolato a Morosini. L'intitolazione è prevista con una cerimonia alle 12, mentre alle 18, prima dell'inizio della gara di campionato con il Siena, la squadra del Pescara deporrà un mazzo di fiori a ridosso della panchina biancazzurra, nelle cui vicinanze si accasciò il giovane calciatore.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morte Morosini, un anno fa il dramma: Pescara gli intitola la curva

IlPescara è in caricamento