rotate-mobile
Sabato, 22 Gennaio 2022
Calcio a 5

Futsal Pescara verso la European Women’s Champions: dove vederla in streaming

Domani alle 17.30 le biancazzurre sfidano le ucraine del Tesla, torna Sestari tra i pali: "Mi piacciono le sfide e giocare contro le ucraine e una avversaria come il Benfica sarà senz’altro uno stimolo"

Ritrovati punti e sorriso nella delicata trasferta di Verona con un 6-1 mai in discussione contro l’Audace, il Pescara di Morgado può finalmente concentrarsi in modo esclusivo sulla Futsal European Women’s Champions di Lugo, competizione in programma dal 2 al 5 dicembre nella quale le adriatiche avranno l’onore di essere le portacolori italiane, in quanto vincitrici dell’ultimo Scudetto. Domani pomeriggio il debutto (ore 17.30) contro le ucraine del Tesla. Tutte le gare saranno trasmesse in diretta streaming sul canale Youtube della competizione.
Entusiasta Ana Sestari, rientrata tra i pali proprio nella sesta giornata. "Ringrazio lo staff medico e tecnico perché con me sono stati perfetto e abbiamo fatto un recupero in tempi record. Quella in Spagna sarà ’esperienza incredibile che mi ritrovo a vivere per la seconda volta e l’emozione è tanta – ammette l'estremo difensore – perché andremo ad affrontare un contesto diverso da quello al quale siamo abituate ogni domenica. Forse dall’interno non ci rendiamo conto dell’importanza data al calcio a 5 della nostra Serie A: quando partecipammo la prima volta, dopo due anni c’erano ancora squadre che cantavano cori per il Montesilvano. Abbiamo la responsabilità di far bene per noi stesse e per tutto quello che rappresentiamo. Non ti nascondo che tornare al palazzetto dopo la prestazione nel derby e quel primo tempo da dimenticare è stato complicato. Siamo sempre state una squadra a carburazione lenta e commettiamo ancora degli errori, ma allo stesso tempo siamo giocatrici che ci sono nei momenti che contano e questo è certamente un momento importante”.
Primo step contro Tesla (Ucraina) il 3 dicembre alle 17:30, poi il Benfica (portogallo) il giorno successivo e – in caso di qualificazione alla finale – una tra Burela, club organizzatore della manifestazione e Normanochka, mentre il Covid ha costretto alla rinuncia le croate della ?NK Osijek. Cosa bisogna mettere in valigia per tentare l’impresa?
“Di sicuro partirà con una maglia scaramantica che condivido con Grieco e Papponetti – sorride – per il resto non devono mancare voglia di far bene e di competere contro alcune delle squadre più forti, perché quello che abbiamo è un privilegio e dobbiamo portare il nome dell’Italia il più in alto possibile. Tutto quello che otterremo non sarà frutto del lavoro di due mesi, ma dell’impegno profuso in questi anni”.
Impegno che a Sestari ha portato anche il secondo posto ai Futsal Awards nella categoria “miglior portiere”, con uno scarto minimo dalla vetta occupata proprio dal numero 1 delle lusitane, Ana Catarina.
“Abbiamo già giocato contro quando era alla Lazio e so quanto sia forte, ma mi piacciono le sfide e giocare contro lei e contro una avversaria come il Benfica sarà senz’altro uno stimolo. Anche contro il Tesla sarà tosta, con la difficoltà ulteriore di non potersi mai concedere momenti di calo dell’attenzione a causa delle poche ore di riposo tra una gara e quella successiva”.
Ma prima di dare inizio ai giochi, c’è spazio anche per un abbraccio virtuale alle ex compagne ai tempi del Montesilvano, Cely Gayardo e Leti Martin Cortés, ora al Burela in qualità di vice-tecnico e giocatrice.
“Mi dispiace che Cely abbia smesso, è una grande perdita per il calcio a 5 essendo lei una delle più titolate nel mondo del futsal, ma capisco la sua scelta dovuta ai problemi legati al ginocchio. Penso che come mister avrà tanto da dare e le auguro il meglio. Giocando insieme a Leti – continua Sestari – capisci quando tenga alla squadra e quanto sia capace di lottare per questo sport, non solo in campo, ma anche fuori rivendicando diritti che spesso vengono negati alle atlete. Dovremmo far sentire di più la nostra voce anche noi. Infine, sarà bello ritrovare anche Peque, meno Dani che mi ha segnato in Nazionale – scherza – e non vedo l’ora di rivedere Jozi, un portiere che ho visto giocare sin da quando ero piccola e che ha scritto la storia del calcio a 5 sia in Brasile che in Spagna”.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Futsal Pescara verso la European Women’s Champions: dove vederla in streaming

IlPescara è in caricamento