Calcio a 5, parla il presidente dell'Acqua&Sapone Unigross Barbarossa dopo la beffa in Gara5

Il presidente dell'Acqua&Sapone commenta la sconfitta in Gara5 contro il Pesaro e solleva anche alcune polemiche

Non le manda a dire il presidente dell'Acqua&Sapone Unigross Nando Barbarossa a poche ore dalla beffa in Gara5 che ha visto sfumare il sogno del secondo Tricolore consecutivo per gli abruzzesi. Dopo il trionfo del Pesaro, il presidente non nasconde il rammarico e polemizza sul comportamento avuto dall'allenatore Pèrez che a fine gara ha fatto sapere che lascerà la panchina.

Barbarossa ha evidenziato come la stagione sia stata positiva anche se sono stati mancati due importanti obiettivi: la Final Four di Champions e lo scudetto, entrambi alla portata della sua squadra:

Credo che le voci dell’ultimo mese e mezzo, dall’allenatore ai giocatori, hanno rotto qualcosa
all’interno dello spogliatoio. Abbiamo perso cinque partite nei play-off dai quarti alle finali. Perdere ai supplementari tre volte? Dimostra che gli altri hanno avuto qualcosa in più

Chiunque sia intelligente credo possa valutare quello che è successo. I matrimoni non si vedono alle nozze, ma si vedono nei divorzi… io non sono stupito. Nell’ultimo mese Pérez non ci ha aiutato molto. Colini ha vinto dando un messaggio alla squadra con Mancuso dal 1’ al posto di Caputo, in tribuna. Come a voler dire: andiamo a vincere.
Noi abbiamo dato il messaggio inverso... E’ stato dato poco minutaggio a chi poteva farci vincere, ma questo è un mio giudizio personale. Eravamo superiori al Pesaro, lo dimostra il fatto di aver chiuso cinque punti avanti in regular season. La mossa del portiere di movimento? Un errore evidente. Una dimostrazione di coraggio, che però durante il resto della partita era mancato

Barbarossa poi sottolinea come Montesilvano sia legata profondamente al calcio a cinque ed alla storia sportiva della città, auspicando di poter rimanere al Palaroma, e sul futuro in particolare sul ritorno di Bellarte non si sbilancia, annunciando di volere un allenatore che prediliga il bel gioco.

Al nuovo tecnico metteremo a disposizione la rosa migliore possibile. Ma mi stupirei se, nei prossimi giorni, qualche nostro giocatore si trasferisse al Pesaro: sarebbe la prova che aveva già un accordo con loro prima di giocare le finali e non sarebbe il massimo a livello d’immagine per loro e per il nostro movimento

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pescara, brutto incidente tra auto e moto sulla riviera nord [FOTO]

  • Rissa a colpi di bottiglie in un bar di viale Europa

  • Pescara, completamente ubriaca tampona un'altra auto e si dà alla fuga: beccata dalla polizia

  • Incidente stradale a Caprara, nuovo schianto sulla Provinciale 23 [FOTO]

  • Confiscato a Montesilvano un appartamento di lusso [FOTO]

  • Paura a San Valentino: uomo punto da un calabrone finisce in shock anafilattico

Torna su
IlPescara è in caricamento