Calcio a 5

Calcio a 5, rivoluzione in casa Acqua & Sapone: dopo 25 anni la famiglia Barbarossa lascia il futsal

Si chiude la storica esperienza nel futsal della famiglia Barbarossa, proprietaria del marchio Acqua & Sapone. La squadra sarà comunque iscritta al campionato di serie A con denominazione e società completamente rinnovata

Dopo 25 anni di emozioni e successi, si chiude l'esperienza della famiglia Barbarossa, proprietaria del marchio Acqua & Sapone, nel calcio a cinque. La famiglia era entrata nel futsal nel 1997, prima solo come partner el Pescheto C5 e poi dando il nome alla società formata dalla fusione tra lo stesso Pescheto e il Marina Città Sant’Angelo.

Un'avventura affascinante, dai campionati regionali alla Champions League, con sette titoli di prima squadra e due giovanili. Un bilancio più che positivo per il presidente Enio Barbarossa con il marchio che ha unito ambizione, sportività e gestione oculata.

Nella prossima stagione sportiva l'Acqua & Sapone non ci sarà, ma la squadra però, sarà regolarmente iscritta alla serie A, con denominazione, logo e organigramma societario rinnovati. E nei prossimi giorni saranno svelati tutti i dettagli della nuova realtà di futsal abruzzese che erediterà la storia dell'Acqua & Sapone.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calcio a 5, rivoluzione in casa Acqua & Sapone: dopo 25 anni la famiglia Barbarossa lascia il futsal

IlPescara è in caricamento