AcquaeSapone Unigross Futsal trionfa a Pesaro, la Coppa Italia è nerazzurra

Piegati i Lupi della Luparense 3-1, ma prima di arrivare a questo risultato c’è stato bisogno di Mammarella versione Spiderman e di un grosso spavento dopo 11’ della ripresa, con il gol di Lara

Le lacrime del presidente Nando Barbarossa a fine partita valgono più di mille righe di cronaca. L’AcquaeSapone Unigross al Palafiera di Pesaro fa ancora la storia: batte la Luparense in una finale bellissima e viva fino all’ultimo secondo, cucendosi la coccarda tricolore sul petto. Finisce 3 a 1, ma prima di arrivarci c’è stato bisogno di Mammarella versione Spiderman e di un grosso spavento dopo 11’ della ripresa, con il gol di Lara. Poi furia nerazzurra, una squadra che incarna già lo spirito e la filosofia del suo coach, Pérez, che dopo soli due mesi vince il suo primo titolo in Italia.

Pérez conferma al fischio d’inizio lo stesso quintetto delle precedenti due gare di Coppa. Bocao, capitan Murilo, Calderolli e De Oliveira, con i due grandiex – Bertoni e Coco – inizialmente in panchina. Marin con le due bandiere Honorio e Taborda, Jefferson e Mello, quartetto aggressivo che pressa e costringe i nerazzurri a sbagliare qualche pallone di troppo. Come quello che chiama in causa Mammarella dopo 1’. La partita è proprio come ci si aspettava alla vigilia: tesa, spigolosa, aperta e vibrante. Dopo 5’ sono in campo tutti i “carichi pesanti” dei due roster. Ramon calcia da sinistra e trova ancora Mammarella, l’altro ex della serata, Bordignon, sul lato opposto spaventa Miarelli due volte nello stesso minuto. Dopo 7’20’’ i veneti colpiscono un palo con Taborda dalla distanza. La risposta è firmata De Oliveira dopo 9’ con un colpo di testa ravvicinato e da Murilo con un pallonetto che per poco non sorprende Miarelli.

Le due squadre tirano un po’ il fiato dopo il primo quarto di gara, inevitabile dopo aver giocato già due volte nei tre giorni precedenti. Resta più propositiva la Luparense, che calcia anche dalla distanza, guadagnando piazzati in zona d’attacco che costringono Bocao e compagni a schiacciarsi troppo. Il primo break interessante dei nerazzurri è firmato da Murilo al 15’: palla rubata sui dieci metri e sinistro violento troppo addosso al portiere. A 3’ dall’intervallo, 5° fallo da gestire per la squadra di Pérez, che sbanda e deve dire grazie ancora a Mammarella fantascientifico su Mello al 18’. Quando il portierone chiede l’intervento dello staff medico per un fastidio alla spalla, riceve l’ovazione di tutto il palazzetto di Pesaro.

Il secondo tempo si apre dopo 4’ e mezzo con Mello che di destro da lontano, su angolo, piega la mano di Mammarella e trova la traversa. Super palla gol per Murilo che inventa uno sfondamento centrale e calcia con la punta del piede sinistro, trovando ancora Miarelli reattivo. Se ne va anche il terzo quarto della finale in un equilibrio quasi perfetto, con la stanchezza che affiora e anche la paura di commettere un errore che potrebbe essere determinante. La palla scotta e non è facile. A 9’ dalla fine, l’episodio che sblocca la gara: rinvio improvviso di Miarelli, la palla carambola sulla schiena di Lima e diventa un assist perfetto per Lara, che può infilare Mammarella da due passi e quasi non crede ai suoi occhi.

Mancano 9’, ora o mai più pensano i ragazzi di Pérez. Il tempo di armare la reazione e arriva il numero da fenomeno puro di Lukaian: stop di petto e girata che non dà scampo al portiere veneto. Pari, si ricomincia. Ma i nerazzurri non vogliono gestire. Premono forte sull’acceleratore e in un minuto confezionano il sorpasso: Calderolli va a pressare Miarelli su un pallone apparentemente innocuo, lo scavalca e arriva dentro la porta con la palla. Il 2 a 1 è realtà. Meno di cinque minuti alla fine e Marin gioca subito con Taborda portiere di movimento. Il giro palla dei Lupi funziona, a 2’ dalla fine Ramon fallisce incredibilmente la palla del pari da zero metri. Mammarella bacia l’amico palo. La Luparense perde fiducia, concede la palla del match a Murilo, che non la fallisce: 3-1. La Coppa Italia torna a colorarsi di nerazzurro.

ACQUAESAPONE UNIGROSS – LUPARENSE 3-1 (p.t. 0-0)

ACQUAESAPONE UNIGROSS: Mammarella, Lima, Bordignon, Murilo, Calderolli, Lukaian, De Oliveira, Bocao, Bertoni, Coco Wellington, Jonas, Casassa. All. Pérez.

LUPARENSE: Miarelli, Tobe, Ramon, Taborda, Honorio, Jesulito, Duric, Jefferson, Lara, Mello, Etilendi, Leofreddi. All. Marin.

ARBITRI: Malfer di Rovereto, Ziri di Barletta, Colombi di Tivoli, crono Di Stefano di Albano Laziale.

MARCATORI: nel s.t. 10’49’’ Lara (L), 14’12’’ Lukaian (A), 15’16’’ Calderolli (A), 19’53’’ Murilo (A).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

NOTE: spettatori 1.000 circa; espulsi ; ammoniti Bocao (A), Jesulito (L), Murilo (A), Taborda (L).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm, scatta la protesta a Pescara: corteo da piazza Muzii fino al Comune

  • SuperEnalotto bacia l'Abruzzo con una maxi vincita: centrato il "5" da 100.375,95 euro

  • Maxi frode e corruzione all'Uoc di Cardiochirugia di Chieti: arresti anche a Pescara

  • Coronavirus, Marsilio firma nuova ordinanza: "Didattica a distanza per scuole superiori e università"

  • La provocazione di un cittadino: "Da domani, in macchina, percorrerò le piste ciclabili"

  • Coronavirus, centinaia di persone in coda a Pescara in attesa del tampone: rischio contagio [FOTO]

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPescara è in caricamento