Altro

Pallamano, l'Ogan Pescara rimonta a Sassari e porta a casa la terza vittoria consecutiva

Ottima prova per i ragazzi di mister Mastrangelo che conquistano una vittoria che sembrava impossibile dopo la prima parte del match

Grande rimonta dell'Ogan Pescara che con grande cuore e determinazione a Sassari ribalta il risultato e porta a casa la terza vittoria consecutiva nel campionato di pallamano di serie A2. I biancazzurri, giunti nel Girone B da neo-promossa, battono 33-31 (p.t. 12-16) il Verdeazzurro Sassari nella difficile trasferta al Pala Santoru, in terra sarda. Ora c'è attesa per l'incontro casalingo il programma domenica 3 ottobre a Pescara al Pala Giovanni Paolo II.
Sul 20-14 in favore dei locali, poi divenuto anche 21-15, il peggior momento degli adriatici: siamo all’avvio di ripresa, attorno al 35’, e la partita appare in controllo ai padroni di casa allenati da Patrizia Canu Eppure la Ogan di coach Michele Mastrangelo sa attendere, ripartire, rispondere colpo su colpo. Si parte con un break di 4-1 per passare sul 23-19 con Rigante, poi ancora un altro 4-1, fotocopia del precedente, per ritrovare il 24-23 in contropiede con Sabatini. Al 48’ la partita è riaperta. La doppia marcatura stretta impostata dagli abruzzesi dà i frutti sperati: Rigante, autore di 12 reti e miglior marcatore del match, inframezza un parziale propiziato da due reti firmate Di Marco per quello che, al 49’, è anche il primo vantaggio pescarese (26-25). Saper soffrire, si diceva. Sassari torna, non ci sta: 27-26, ma soprattutto 30-27 al 54’. Stavolta Pescara trema, ma non molla. I sardi hanno un ultimo acuto con Sgarella (31-28) al 56’.

Arriva quindi la valanga di reti dell'Ogan: segnano Rigante dai sette metri, Pieragostino, Ciarrocchi per il vantaggio (32-31) e ancora Rigante, autore del match point in contropiede. Pescara, che nel primo tempo era andata al break sotto 16-12, vince ancora. È il terzo successo in altrettante partite.

Il tecnico Mastrangelo: 
“Sono orgoglioso della squadra. Sapevamo che sarebbe stata una partita difficile, contro una squadra molto rapida e che faceva della velocità la sua arma principale. Abbiamo saputo soffrire in un campo complicato e questa è una dote fondamentale per una squadra con delle ambizioni. Siamo stati bravi a non scoraggiarci neanche quando siamo finiti sotto di sei reti. Abbiamo avuto pazienza, lucidità nei momenti-chiave della partita. Ripeto: sono orgoglioso dei ragazzi e felice di questa vittoria. Ora vogliamo chiudere nel migliore dei modi questa primissima porzione di campionato. Contro Camerano ci aspetta una partita tutt’altro che facile, ma faremo di tutto per sfruttare questa scia positiva di risultati con la quale abbiamo aperto il nostro campionato”

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pallamano, l'Ogan Pescara rimonta a Sassari e porta a casa la terza vittoria consecutiva

IlPescara è in caricamento