rotate-mobile
Martedì, 5 Luglio 2022
Altro

Marco Di Nicola, stella delle Bocce, ai Giochi del Mediterraneo in Algeria

Il 28enne pescarese in partenza per Orano, la seconda città più popolosa del Paese nordafricano: è alla sua prima convocazione Azzurra tra i senior. "Voglio portare a casa una medaglia importante"

Marco Di Nicola, 28 anni, pescarese, stella delle Bocce, sarà uno dei grandio protagonisti dei prossimi Giochi del Mediterraneo, in programma dalla settimana prossima a Orano, in Algeria. Nella seconda città più popolata del Paese nordafricano, l'atleta di Pescara per la prima volta sarà impegnato con i colori dell'Italia nel ruolo di Senior. La sua prima e fin qui ultima esperienza Azzurra dieci anni fa, a Voghera, negli Europei Under 18.

Gioca a Bocce da quando aveva poco più di dieci anni, Di Nicola, e nel tempo è diventato un talento della disciplina, ad un passo dal professionismo. Sono almeno cinque anni infatti che affianca grandi campioni, su tutti il campione del mondo in carica Gianluca Formicone, con i colori della Vip Credaro di Bergamo (in prestito, per il campionato a squadre, ai teramani della Nova Inox Mosciano). Dopo aver sostenuto diversi stage in Nazionale, il ct Giuseppe Pallucca lo ha scelto per l'avventura ai Giochi, in tandem con Mattia Visconti, altro giovane atleta di Crema. "Non me l'aspettavo - racconta - , c'è stata una piccola rivoluzione a livello di Nazionale, con la convocazione di due ragazzi giovani. Eravamo in sei alla prima convocazione, poi la scelta è caduta su di me e su Visconti: io giocherò in coppia con lui, che competerà da solo nell'individuale".

Tutto pronto per la partenza: giovedì prossimo, da Roma volo per l'Algeria, rientro a Pescara il 1° luglio. Tutti lo aspettano con una medaglia d'oro al collo. "Emozionato? Ora no, forse solo quando arriverò lì comincerò a sentire l'emozione. I favoriti? Sulla carta potremmo essere noi, ma il livello si è alzato un po' dappertutto. Una Nazione vicina a noi è San Marino, conosciamo i loro atleti perché sono avversari durante la stagione in campionato. L'idea di portare a casa una medaglia ce l'abbiamo, ma poi quando sei sul campo subentrano tanti fattori e tante varianti, come il caldo, per esempio, che si fartà sentire e potrà condizionare la performance".

Marco Di Nicola ha già ricevuto i consigli preziosi dell'amico, collega e compagno di squadra Gianluca Formicone (che ai Giochi ha vinto un oro a Bari vent'anni fa): "Cosa mi ha detto? Di stare attento all'alimentazione quando sarò sul posto, poi di mantenere la calma nei momenti di difficoltà che ci saranno: è lì bisognerà dare qualcosa in più".
La Pescara sportiva lo aspetta per celebrare una storica medaglia, mentre il prossimo 7 luglio Di Nicola ha già un premio da ritirare: il Premio Terrazza d'Abruzzo sullo Sport di Guardiagrele, riconscimento speciale dedicato ai talenti delle Bocce intitolato a Giovanni Formicone, papà di Gianluca.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Marco Di Nicola, stella delle Bocce, ai Giochi del Mediterraneo in Algeria

IlPescara è in caricamento