rotate-mobile
Lunedì, 20 Maggio 2024
Altro

A Pescara si impone al fotofinish Enrico Zanoncello: è lui il primo leader del Giro d'Abruzzo

Volatone appassionante nella prima frazione partita da Vasto

La prima tappa del Giro d'Abruzzo 2024 ha riservato un volatone di gruppo sul traguardo di Pescara. Enrico Zanoncello, sprinter della VF Group – Bardiani CSF – Faizanè, ha battuto al fotofinish Matteo Malucelli e lo spagnolo Penalver e si è preso dunque vittoria di tappa e leadership della classifica generale dopo la prima frazione, partita da Vasto 161 km prima e caratterizzata da tentativi di fuga rintuzzati sempre dal gruppo. Anche Ulissi e Lutsenko hanno provato negli ultimi km il colpo a sorpresa, ma era chiara l'inerzia della corsa in favore di una volata che si è conclusa sul traguardo storico del Trofeo Matteotti con mille emozioni e tanta incertezza fino alle verifiche che hanno assegnato per un pelo la vittoria all'italiano guidato in ammiraglia dal l’abruzzese Alessandro Donati.

La carovana ripartirà domani da Alanno per raggiungere Magliano de’ Marsi dopo 161 km, curiosamente dopo lo stesso chilometraggio coperto oggi. Si tratta di una frazione decisamente più movimentata rispetto alla prima, con le salite di Monte Urano e Forca Caruso che metteranno alla prova il gruppo. Nel finale la salita di Santa Iona-Forme, a cui seguirà una discesa molto tecnica, sarà probabilmente il momento clou nel quale si deciderà la tappa. Leggermente più lunga (163 km) la terza frazione, quella di giovedì che è anche il tappone della kermesse che torna dopo 17 anni di assenza e che va a sostituire in calendario il Giro di Sicilia: Pratola Peligna-Prati di Tivo. Ci sono ben 3700 metri di dislivello e la giornata si deciderà presumibilmente sui GPM di Croce Abbio e Prati di Tivo, vista la media del 7% e punte del 12%. Sarà qui che chi vorrà indossare a fine corsa la Maglia Blu di leader dovrà dare il meglio e gli addetti ai lavori pronosticano Adam Yates e Alexsey Lutsenko, rispettivamente capitani di Uae Emirates e Astana, come i grandi favoriti. L'ultima tappa in programma non sarà una semplice passerella. Ci sarà battaglia per aggiudicarsi la vittoria di giornata e, forse, per provare a sconvolgere la classifica finale. La Montorio al Vomano-L’Aquila di 169 km promette infatti spettacolo, visto la quasi totale assenza di pianura e i continui saliscendi che ben si prestano a essere terreno ideale per chi vorrà attaccare.

Foto: BiciTv

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Pescara si impone al fotofinish Enrico Zanoncello: è lui il primo leader del Giro d'Abruzzo

IlPescara è in caricamento