rotate-mobile
Giovedì, 22 Febbraio 2024
Sport

Applausi e commozione ai festeggiamenti per gli 85 anni della Sezione pescarese dell'Aia [FOTO]

Tra gli eventi proposti un convegno di grande spessore: "Il bullismo rivolto agli Arbitri di calcio, un sottile equilibrio fra etica sportiva e legalità giuridica"

Applausi, grande commozione ed un convegno di assoluto pregio sono stati il filo conduttore dei festeggiamenti per gli 85 anni della Sezione AIA di Pescara, un traguardo storico che nobilita il lavoro di tanti anni connotati da grandi successi. 

Nell’occasione delle 85 candeline della Sezione, è stata consegnata la pergamena di 65 anni di permanenza nell’associazione a Ernesto De Camillis, che con il suo discorso ha toccato gli ascoltatori, commentando la dedica scritta dal presidente Francesco Di Censo. Le celebrazioni si sono tenute presso il ristorante Roof Garden dove fra un pasto e l’altro, la convivialità e il divertimento si sono alternate a momenti più seri. Raggiunti da altri ospiti quali il presidente del CRA Abruzzo Giuseppe De Santis e il componente CAN Elenito Di Liberatore, sono state consegnate le targhe di 50 anni di associazione a Orlando “Dino” Montebello e Eugenio Maceroni e quella di 60 anni di Permanenza a Sergio Polce. L’ultimo momento, quello più toccante, della serata è stato dedicato al Presidentissimo Marcello Coletta, al quale, in presenza della famiglia, è stata intitolata la Sala della Presidenza della Sezione pescarese.
I festeggiamenti erano iniziati con il Convegno dal titolo “Il bullismo rivolto agli Arbitri di calcio, un sottile equilibrio fra etica sportiva e legalità giuridica” riguardo l’attuale e sentito tema della violenza contro gli arbitri di calcio. La discussione è stata impreziosita dalla presenza del Presidente Nazionale Carlo Pacifici, il Responsabile degli esperti legali dell’AIA Valerio Di Stadio, dalla psicopedagogista e consigliera FIGC Dora Bendotti, dal consigliere LND Abruzzo Giovanni Sorgi e da tante personalità del mondo arbitrale tra le quali il Commissario della CAN 5 Élite Angelo Galante. La tavola rotonda ha dunque affrontato la questione della violenza sotto più aspetti: da quello legale a quello morale, passando per quello psicologico, catturando l’attenzione del pubblico. La conferenza, moderata da Federico Marchi, responsabile della comunicazione dell’Aia  è ruotata intorno a 7 parole chiave, simboli del ruolo e dei valori dell’arbitraggio: Esempio, Inclusività, Rispetto, Educazione, Libertà, Civiltà e Amore.

85 anni SEz. AIA Pescara

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Applausi e commozione ai festeggiamenti per gli 85 anni della Sezione pescarese dell'Aia [FOTO]

IlPescara è in caricamento