Sport

Acqua&Sapone fuori dal Giro d'Italia 2012: parla Stefano Garzelli

Stefano Garzelli amareggiato per il mancato invito al Giro d'Italia della sua squadra, l'Acqua&Sapone, riflette sul momento particolare che sta vivendo e sul suo futuro di atleta delle due ruote

Stefano Garzelli amareggiato per il mancato invito al Giro d'Italia della sua squadra, l'Acqua&Sapone, riflette sul momento particolare che sta vivendo: “non è un mistero – spiega il campione – avevo deciso di affrontare il mio ultimo Giro d’Italia e l’avrei fatto con lo scrupolo e l’ impegno che da sempre caratterizzano la mia preparazione. Volevo lasciare il segno e, contemporaneamente, provare a far crescere su quelle strade il giovanissimo Betancur''.

La notizia ha ovviamente stravolto i programmi dell'atleta sia dal punto di vista sportivo che, e soprattutto, da quello strettamente personale. Infatti, nonostante abbia una splendida famiglia e sua moglie sia in attesa del loro quarto figlio, la cui nascita è prevista a febbraio, dopo quindici anni di professionismo Garzelli spiega di trovare nel Giro ancora le motivazioni necessarie per restare tanto tempo lontano dai propri affetti.

Il ciclista spiega che appena è stato messo al corrente della notizia che il team non sarebbe stato invitato al Giro ha voluto valutare proprio con sua moglie le possibili strade da percorrere. '' Ci siamo trovati d’accordo su un aspetto, che da sempre è per me un punto fermo: se corro in bici è perché sono convinto di poter far bene, di poter lottare e dare spettacolo. Non andrò certo alle corse tanto per portare a spasso la bicicletta'', ha spiegato Garzelli con la grinta e l'orgoglio del campione.

Che per ora dice di voler puntare a dare il massimo nella Tirreno-Adriatico. Il Team Acqua&Sapone, intanto, sta inviando le richieste di partecipazione al Giro di Baviera ed al Giro di Svizzera, corsa di grande prestigio nella quale Garzelli ha già ottenuto belle vittorie.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Acqua&Sapone fuori dal Giro d'Italia 2012: parla Stefano Garzelli

IlPescara è in caricamento