rotate-mobile
publisher partner

Ecco come celebrare l’8 marzo aiutando le donne vittime di violenza

La ricorrenza della Giornata Internazionale della Donna diventa l’occasione per un’iniziativa dedicata, durante la quale sensibilizzare riguardo il tema della violenza sulle donne e offrire il proprio supporto

L’8 marzo, in tutto il mondo, si celebra la Giornata Internazionale della Donna: non una semplice ‘festa della donna’, quindi, ma un’occasione per ricordare le conquiste femminili ottenute in vari ambiti e per sottolineare quanto, ancora, ci sia da fare.

La scelta di tale data, per fissare la ricorrenza, non fu immediata.
L’idea nacque dopo che il Partito Socialista americano, durante il lungo percorso verso l’emancipazione femminile, ebbe manifestato la necessità di dedicare una giornata alle donne presenti nella società.
Questa proposta venne, poi, sposata dall’attivista Clara Zetkin nel 1910, nel corso della seconda Conferenza Internazionale delle Donne Socialiste, svoltasi a Copenaghen, in Danimarca.
Ogni Paese, quindi, scelse un giorno differente durante il quale celebrare l'importanza e il valore delle donne.
Ci fu, in quel periodo, un evento particolarmente significativo per quanto riguarda il ruolo della figura femminile nella società.
L’8 marzo del 1917, infatti, furono le donne russe a protestare contro lo zar, a San Pietroburgo, per le difficili condizioni di vita delle rispettive famiglie; si riversarono per le strade, unendosi agli operai in sciopero e alle altre manifestazioni in atto.
Fu poi durante la seconda Conferenza Internazionale delle Donne Comuniste, tenutasi a Mosca, che si decise di rendere l’8 marzo Giornata internazionale dell'operaia, in memoria dell’evento.
Negli anni seguenti, con l’aumento dei movimenti per la rivendicazione dei diritti delle donne, si stabilì che la Giornata Internazionale della Donna venisse celebrata, universalmente, l’8 marzo.
Oggi, questa data è un’occasione per sensibilizzare le persone in merito alle difficoltà, problematiche e divari che riguardano le donne; sono molte le associazioni, in Italia ( e non solo), attive in tal senso.

Impegno contro la violenza

Tra le organizzazioni che si dedicano ai diritti delle donne si annovera Ananke Onlus, associazione femminile no-profit, il cui principale scopo consiste nella lotta contro la violenza alle donne e ai minori.
Ananke nasce a Pescara, nel 2005, per poter offrire a tutte le donne in difficoltà, a causa di maltrattamenti o violenze, un luogo di riferimento.
Il team di Ananke è costituito da un gruppo coeso di volontarie, caratterizzate da determinazione, tenacia e talento; mettono il proprio tempo libero a disposizione della causa, creando splendidi oggetti, di varia natura, realizzati impiegando i materiali donati sia da tappezzerie che da persone che desiderano offrire il proprio contributo.
Proprio in occasione della celebrazione della Giornata Internazionale della Donna, l’Associazione ha organizzato un’iniziativa dedicata alla figura femmiinle.

Giornata Internazionale delle Donne: un'iniziativa speciale

Il Centro d'Abruzzo di San Giovanni Teatino desidera offrire il proprio supporto nella lotta contro la violenza sulle donne, per questo ha aderito, con entusiasmo, all’iniziativa promossa dall’associazione Ananke.
Dal 5 all'8 marzo 2022, presso il Centro Commerciale, sarà, infatti, ospitata l’iniziativa “l’8 per ogni Donna”.
Verrà disposto un mercatino, dove sarà possibile acquistare i prodotti realizzati dalle volontarie con materiale di recupero; tutto il ricavato sarà devoluto al Centro Antiviolenza.
Inoltre, lungo la galleria del centro commerciale saranno esposte alcune opere, realizzate da artiste abruzzesi, il cui tema centrale verterà sulla figura femminile.
L’iniziativa “l’8 per ogni Donna” si propone di trasmettere diritti fondamentali, ma spesso non riconosciuti, che ogni donna dovrebbe avere, quali:
- Il diritto di non essere perfetta 
- Il diritto di sviluppare i propri talenti e abilità 
- Il diritto di cambiare idea 
- Il diritto di essere libera dalla paura 
- Il diritto di lasciare un ambiente violento

Il Centro d'Abruzzo si affianca, quindi, al Centro Antiviolenza Ananke nella sensibilizzazione dell’opinione pubblica riguardo al problema della violenza contro le donne, diffondendo la cultura del rispetto e del dialogo.
Maggiori informazioni riguardo all’evento sono disponibili sul sito del Centro d’Abruzzo.
Invece, per chi avesse bisogno d’aiuto, è possibile contattare il Centro Antiviolenza chiamando i numeri 085/4283851 - 085/4315294, oppure inviando una mail all'indirizzo: info@centroananke.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

IlPescara è in caricamento