rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Earth Day Italia

Tra i monumenti di Pescara ci sono ..gli alberi

Il Corpo Forestale dello Stato da anni censisce su tutto il territorio nazionale alberi dal particolare valore storico e naturale. In Abruzzo sono 74 quelli definiti monumentali.

Guardando un albero particolare rimaniamo spesso letteralmente incantati. Dimensioni mastodontiche, forme particolari, armoniose o aggressive fanno in modo che ci si stupisca davanti a questi testimoni del tempo, a volte addirittura millenari. Di fatto in molti casi si  è davanti a veri e propri monumenti e come tali vanno trattati e tutelati.

Il Corpo Forestale dello Stato nel 1982 effettuò il primo “Censimento nazionale degli alberi di notevole interesse”, per individuare catalogandole, piante singole o gruppi di dimensioni eccezionali rispetto alla specie, oppure con forme singolari, per qualità estetiche o per valore storico. I forestali setacciarono ogni angolo nazionale per portare avanti la ricerca, schedando questi giganti della natura. In Italia il lavoro non fu da poco essendo circa  un terzo della superficie ricoperta da foreste. La quantità di dati raccolta negli anni è  assolutamente sorprendente, e ciò rende il nostro Paese non solo il più ricco di monumenti archeologici al mondo ma anche pieno di alberi monumentali che come reperti archeologici andrebbero trattati.

La ricerca ha scovato e classificato circa 22.000  “alberi di notevole interesse”, tra i quali oltre 2.000 sono stati definiti di “grande interesse” e 150 di “eccezionale valore storico e monumentale”.  Un censimento di questo tipo è ovviamente sempre “aperto” a revisioni e nuove acquisizioni.

In Abruzzo gli alberi censiti come “monumentali” dal Corpo Forestale dello Stato sono stati 74, 35 nel territorio de L’Aquila,  23 in quello di Chieti,  6 a nella provincia di Pescara e 8 nel teramano. Tra quelli pescaresi importante è un Pino Domestico censito nei pressi della strada provinciale d’Orte a Torre dé Passeri. Questo esemplare con una circonferenza  di 3,7 metri e un’altezza di 28 metri, è l’unico della sua specie a rientrare nel prestigioso censimento nel territorio pescarese. I pini domestici sono uno dei simboli della città stessa di Pescara, che attraverso la penna di D’Annunzio sono diventati immortali. Questo albero è molto più alto rispetto l’altezza media della sua specie e, inoltre, possiede una particolare chioma a che lo rende unico e appunto monumentale.

Gli altri alberi storici pescaresi censiti sono: 3 Roverelle site a Caramanico Terme e un Cedro dell’Atlante a Scafa.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tra i monumenti di Pescara ci sono ..gli alberi

IlPescara è in caricamento